/ Attualità

Attualità | 08 agosto 2019, 15:25

Alba, prime reazioni sulla decisione di togliere lo striscione: “Verità su Giulio Regeni”

L’onorevole Chiara Gribaudo su Fb: “E’ il simbolo di un impegno che tutti noi abbiamo deciso insieme di portare avanti”

Alba, prime reazioni sulla decisione di togliere lo striscione: “Verità su Giulio Regeni”

Non si sono fatti attendere i primi commenti sulla decisione del Comune di Alba di rimuovere dal balcone del Municipio lo striscione: “Verità su Giulio Regeni”.

Su Facebook scrive la deputata del Pd Chiara Gribaudo: 

“Leggo che ad Alba l'amministrazione ha deciso di rimuovere lo striscione per Giulio Regeni dalla facciata del municipio, e purtroppo non è un caso isolato ormai dall'insediamento della nuova giunta regionale. 

Mi domando il perché? 

Quello striscione è il simbolo di un impegno che tutti noi abbiamo deciso insieme di portare avanti affinché non si dimentichi e si continui a chiedere verità per un giovane italiano morto in Egitto, ucciso brutalmente, senza che ancora se ne conoscano le ragioni vere e senza che ancora si sia riusciti a fare quella chiarezza che i suoi stessi genitori con coraggio continuano ancora a invocare.
E noi tutti dobbiamo continuare a farlo con loro.

 

"Di cosa abbiamo paura? - prosegue l'onorevole cuneese - Non ci possono essere differenze fra schieramenti politici su una vicenda come questa, la richiesta della verità per Giulio Regeni deve farci trovare presenti tutti. Dispiace ed è davvero curioso che il cambio di amministrazione abbia portato ad assistere a queste cose. Lo spirito della comunità che 3 anni fa sostenne l'importanza di esporre quello striscione in segno di solidarietà non è cambiato, e la politica non dovrebbe in nessuno modo cercare di sopprimerlo”.

NaMur

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium