/ Eventi

Eventi | 05 agosto 2019, 15:22

Al via la seconda edizione di “Combin en Musique”, il festival musicale della Valle d'Aosta

Come cornice del concerto è stato scelto un angolo suggestivo nel borgo antico del paese, circondato da case e fienili in pietra intrisi di storia.

Al via la seconda edizione di  “Combin en Musique”, il festival musicale della Valle d'Aosta

Dopo il successo della prima serata, torna oggi, 5 agosto alle 21, “Combin en Musique”, il festival musicale che si svolge fino all'8 settembre in Valle d'Aosta, nei comuni di Ollomont, Doues e Valpelline.

Proprio nel paese della 'Seupa à la Vapelenets', da quest'anno inserito tra le location di 'Combin', si terrà il prossimo concerto, 'Passi Minuti', che vedrà protagonista il violoncello di Cosimo Carovani, che ci presenterà un recital ispirato alla musica da danza, e alla modalità con cui uno strumento melodico si apre verso un mondo armonico e formale completo e indipendente. La danza è una delle fondamenta di tutta la musica: capire il perché e come si danza in tutte le epoche ci dà la misura dei pensieri e dei desideri degli uomini.

Per scoprirlo verremo condotti in un piccolo viaggio attraverso le epoche e grazie al solo violoncello, con passi minuti, danzeremo anche noi, con le musiche di Bach, Cassadò, Ligeti e Sollima. Come cornice del concerto è stato scelto un angolo suggestivo nel borgo antico del paese, circondato da case e fienili in pietra intrisi di storia. Per raggiungere questo luogo, si deve proseguire a piedi dalla piazza fino alla chiesa, per poi girare a destra fino ad arrivare a un piazzale, imboccando una strettoia si raggiunge la piazzetta vicina alla 'Tornalla'. Combin en Musique, è un festival che combina musica di qualità in luoghi suggestivi, come teatri inconsueti carichi di storia e cultura locale.

La seconda edizione è cresciuta, questa è la prima grande novità, e si è allargata ai comuni di Valpelline e di Doues, con dodici appuntamenti, quattro per ogni comune alla scoperta di alcuni fra i posti più significativi e suggestivi della zona. Il territorio infatti ha un ruolo determinante nella direzione artistica del festival: la parola Combin nel nome, oltre all’ovvia connotazione geografica, vuole proprio rimandare a una combinazione tra la musica e un ambiente, un nuovo contesto sonoro che possa aggiungere una nuova prospettiva, quasi una nuova dimensione, o anche semplicemente fare da pretesto per la riscoperta di un luogo, di una particolare e inconsueta scenografia dove l’arte musicale si sviluppa.

Ecco il programma:

5 AGOSTO, ORE 21 Casa rurale “La Tornalla” La Veulle, Valpelline

Cosimo Carovani • violoncello

Cosimo Carovani, fiorentino di nascita, inizia lo studio del violoncello all’età di sette anni in seno alla Scuola di Musica di Fiesole. Risulta fin da giovanissimo vincitore di borse di studio e concorsi nazionali e internazionali. Si diploma col massimo dei voti al Conservatorio “Luigi Cherubini” di Firenze. Consegue il diploma di Bachelor K.A. presso la Hochschule für Musik Theater und Media di Hannover. Camerista di professione è il fondatore del quartetto di Violoncelli McF (Milano Cello Factory) e violoncellista stabile del quartetto Indaco, col quale ha una carriera nazionale ed internazionale (finalista al Concorso Internazionale “Paolo Borciani” 2017). È primo violoncello presso l’Orchestra “Milano Classica”. Ha studiato Orchestrazione Contemporanea, Composizione e Videoscrittura con il Maestro Andrea Portera. Ha inciso per la casa discografica “Brillant” l’integrale dei Quartetti del Compositore Giovanni Albini e nel 2019 uscirà il primo disco dell’integrale dedicato al compositore Georg Goltermann insieme al pianista Stefano Ligoratti.

Informazione Pubblicitaria

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium