/ Al Direttore

Che tempo fa

Cerca nel web

Al Direttore | 13 luglio 2019, 14:44

Caro Cirio, come governatore lavorerà per riaprire la linea ferroviaria Alba-Asti?

Mercoledì 17 luglio l’annunciato confronto tra il neo presidente regionale e il ministro ai Trasporti Toninelli. Si parlerà anche della dismessa tratta tra la capitale delle Langhe e l’Astigiano?

L'albese Alberto Cirio, alla guida della Regione Piemonte

L'albese Alberto Cirio, alla guida della Regione Piemonte

Pubblichiamo a seguire la lettera aperta che Edoardo Bosio, qui nella veste di privato cittadino e studente pendolare, rivolge al concittadino Alberto Cirio, governatore del Piemonte.


Egregio On. Alberto Cirio,
Presidente Regione Piemonte,

sono lieto di scriverle per porre alla sua attenzione e a quella dell’assessore regionale per i Trasporti, Marco Gabusi, un’esigenza molto sentita dai cittadini di Alba, Langhe e Roero, nonché dagli astigiani, ossia la riapertura della tratta ferroviaria Alba-Asti.

Io ho 20 anni e sono un pendolare, per motivi di studio mi sposto quotidianamente tra Alba e Alessandria. Da circa un anno frequento infatti la Facoltà di Giurisprudenza di Alessandria, che nell’annuale classifica Censis sulle università italiane, pubblicata l’8 luglio scorso, si è aggiudicata il secondo posto in Italia.

In questo primo anno di frequenza ho sempre viaggiato in auto da Alba ad Asti, e poi in treno da Asti ad Alessandria. Come me, immagino che tante altre persone, pendolari per svariati motivi (di lavoro, studio, turismo in un territorio in cui questo è particolarmente fiorente, svago o necessità), abbiano l’esigenza di muoversi tra Alba ed Asti in treno, il che porterebbe benefici in termini di maggior efficienza, minor inquinamento, maggior sicurezza stradale e minor traffico in entrata e uscita dalle due città.

Tramite "La Voce di Alba", che ringrazio per lo spazio concessomi, ho appreso del vostro prossimo incontro col  ministro alle Infrastrutture e Trasporti Danilo Toninelli, mercoledì 17 luglio nella sede del Ministero, per discutere sulle opere da realizzare in Piemonte. Per questo motivo ho deciso di scriverle.

Qual è – è la domanda che vorrei porle – la posizione della nuova Amministrazione regionale sulla riapertura della tratta ferroviaria Alba-Asti? La ritenete un’opera importante che possa dare al nostro territorio più opportunità di crescita e di sviluppo? Sarà oggetto di discussione nella riunione del 17 luglio al MIT?

Certo della sua attenzione e risposta, la ringrazio anticipatamente.

Distinti saluti,

Edoardo Bosio

lettera firmata

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium