/ Attualità

Attualità | 10 luglio 2019, 12:44

L’estate dei lavori stradali si sposta a Roreto di Cherasco: sulla trafficata Statale 231 attesa una settimana di disagi

Partito questa mattina l’intervento dell’Anas per il rifacimento del manto in asfalto da frazione Bricco al confine con Bra. Il sindaco Davico: "Intervento da tempo necessario, chiesto assicurazioni sui tempi"

Code e rallentamenti questa mattina lungo la tratta della 231 che attraversa la frazione cheraschese

Code e rallentamenti questa mattina lungo la tratta della 231 che attraversa la frazione cheraschese

Dopo aver interessato nella scorsa settimana le rampe della tangenziale albese (dove gli interventi svolti in notturna si sono peraltro sovrapposti con quelli programmati dal Comune sulla rotonda "della vigna") si sono ora spostati in frazione Roreto di Cherasco i lavori di riasfaltatura programmati dall’Anas lungo la Statale 231.

Partito questa mattina, mercoledì 10 luglio, dalla rotatoria per Savigliano, nei pressi della sede Bcc Cherasco, il cantiere dovrebbe protrarsi sino ai primi giorni della prossima settimana, tra lunedì 15 e martedì 16 luglio, consentendo in questo modo il rifacimento dell’usurato manto in bitume lungo tutta la tratta compresa tra la frazione Bricco da una parte e il confine con il territorio di Bra dall’altra, all’altezza dei Magazzini Montello Atlante.

L’intervento procede ovviamente su corsie alternate, con la regolazione dell’importante mole di traffico di passaggio sulla tratta mediante il ricorso a movieri: una modalità questa che dovrebbe ridurre almeno in parte i disagi sulla trafficata arteria, anche se già questa mattina si segnalano code e rallentamenti che interessano la zona sino almeno ai piedi della salita Bergoglio.

"Qualche disagio da parte degli automobilisti sarà purtroppo inevitabilespiega il sindaco di Cherasco Carlo Davico –, ma si tratta di lavori che erano necessari e per la realizzazione dei quali ancora recentemente il nostro Comune ha sollecitato l’Anas, vista la presenza di numerosi avvallamenti e di altri segni dell’usura che il grande passaggio di mezzi, in buona parte pesanti, lascia in eredità a questa strada. All’ente stradale – continua il primo cittadino - avevamo chiesto che i lavori potessero svolgersi nelle ore notturne, ma non è stato purtroppo possibile, probabilmente per una questione di costi. Quello che ci è stato invece assicurato è che, meteo permettendo, l'intervento proseguirà senza sosta sino alla sua conclusione, che potrebbe arrivare anche prima del previsto, magari già entro la fine di questa settimana, interessando anche il sabato e coinvolgendo a breve una seconda squadra di operai".

Ezio Massucco

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium