/ Attualità

Attualità | 10 luglio 2019, 16:40

“Con due euro in meno le offriamo 10 Giga in più”, la truffa dei finti operatori Iliad arriva anche in provincia di Cuneo

Occhio al raggiro. Nella politica del gruppo c’è quella di non proporre offerte via telefono, ma solamente tramite la mail che i clienti rilasciano nel momento del passaggio alla compagnia "low cost"

“Con due euro in meno le offriamo 10 Giga in più”, la truffa dei finti operatori Iliad arriva anche in provincia di Cuneo

I clienti di Iliad, la società francese di  telecomunicazioni che opera in Italia dal 2016, a cui molti si sono affidati per le vantaggiose offerte “low cost”, potrebbero essere vittime in queste ore di “raggiri” da parte di finti operatori.

Il “modus operandi” è sempre lo stesso: arriva una chiamata da numeri (a quanto ci risulta sempre diversi) che offrono ai clienti Iliad un’ulteriore riduzione della tariffa (da 7,99 euro a 5,99 euro) con un incremento del traffico dati (da 50 a 60 giga). Se riscontrano l’interesse dei fruitori Iliad allora i finti venditori richiedono documentazione varia ed eventuale da inviare via messaggio a un numero ancora diverso.  

Gli utenti che ci hanno inoltrato la segnalazione, insospettiti da un’offerta così vantaggiosa, hanno chiamato l’assistenza Iliad al “177” per capire se l’offerta fosse reale. E dopo alcune verifiche effettuate dal call center si è scoperto che da due giorni questa “truffa” ha toccato molti clienti che si sono affidati al gruppo francese.

Dopo una nostra ulteriore verifica con i centralinisti italiani di Iliad ci è stato confermato che la proposta non è reale e che nella politica del gruppo c’è quella di non proporre offerte via telefono, ma solamente tramite la mail che i clienti rilasciano nel momento del passaggio alla compagnia "low cost". Tutte le altre offerte, quindi sono da considerarsi false.

Invitiamo i fruitori di astenersi dall'inviare documentazione di qualsiasi tipo, previa verifica con operatori Iliad al numero di assistenza "177".

Daniele Caponnetto

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium