/ Attualità

Attualità | 08 luglio 2019, 11:01

Addio "varco attivo": Alba modificherà i tabelloni elettronici agli accessi della Ztl

Municipio al lavoro per recepire le linee guida sulla segnaletica appena emanate dal Ministero dei Trasporti. Oltre 13mila le infrazioni registrate lo scorso anno dalle sue 9 porte videosorvegliate

Addio "varco attivo": Alba modificherà i tabelloni elettronici agli accessi della Ztl

Riprodotta sui tabelloni elettronici a messaggio variabile posati a protezione della zona pedonale, quella scritta era da subito divenuto l’oggetto di polemiche e arrabbiature, tacciata di essere poco chiara e di indurre confusione negli automobilisti chiamati a interpretare il reale significato di un messaggio forse non così univoco.

Un problema destinato a venire meno, considerato che il Comune di Alba si sta attivando per recepire l’indicazione con la quale il Ministero dei Trasporti, nell’ambito delle linee guida appena emanate per realizzare sistemi segnaletici omogenei, coerenti e più facilmente riconoscibili dall’utenza stradale (e contestualmente evitare valanghe di ricorsi ai giudici di pace), ha disposto che la scritta "Alt varco attivo" utilizzata ad Alba come in numerosi altri centri del Bel Paese debba essere superata.  
Questione di giorni e anche la capitale delle Langhe dovrebbe quindi uniformarsi all’indicazione ministeriale, come conferma l’assessore alla Polizia Municipale Marco Marcarino: "Ho già dato incarico agli uffici di predisporre la modifica, posto che bisognerà individuare una formula che superi definitivamente la confusione del passato. Un’ipotesi è quella di passare alla formula 'Stop - Ztl attiva', che mi sembra comprensibile a tutti, stranieri compresi, che può semplicemente diventare 'Ztl non attiva' allorquando il varco fosse disattivato".

LO SCORSO ANNO AI VARCHI 13MILA MULTE

Gli ultimi arrivati sono quelli di via Mazzini, via Cerrato e via Rattazzi, che nei mesi scorsi hanno portato a 9 i varchi coi quali la precedente Amministrazione comunale ha accompagnato il progressivo allargamento dell’area pedonale nel centro storico.  
La sua gestione è stata interamente svolta dal personale dell’ufficio verbali e della centrale operativa della Polizia Municipale, che nell’anno 2018 ha ricevuto complessive 988 richieste di accreditamento (512 permessi di carico/scarico merci, 240 residenti e/o domiciliati, 236 permessi disabili). Considerevoli le richieste di giustificazione di accessi straordinari (2.047 invii), con oltre 46mila transiti nell’arco dell’anno.
Sempre nel 2018 le infrazioni accertate per i varchi elettronici sono state 13.517, in calo rispetto al 2017 (14.921).

Ezio Massucco

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium