/ Attualità

Attualità | 07 luglio 2019, 19:04

A Ceresole d'Alba i 110 anni di Maddalena Domenino: è la seconda donna più anziana del Piemonte

Originaria di Cambiano, visse a lungo a Monteu Roero prima di trasferirsi definitivamente a Torino. Da undici anni è ospite dalla residenza roerina "Il Mughetto". Vedova dal 1991, ha due figli che l’hanno festeggiata insieme all’Amministrazione comunale

La festa di compleanno della signora Maddalena, in uno scatto gentilmente fornitoci dalla Rsa Il Mughetto di Ceresole d'Alba

La festa di compleanno della signora Maddalena, in uno scatto gentilmente fornitoci dalla Rsa Il Mughetto di Ceresole d'Alba

"Maddalena sta relativamente bene, nonostante i suoi 110 anni ha sempre goduto di buona salute – ci racconta Giovanni Serventi, direttore sanitario della R.S.A. "Il Mughetto" di Ceresole d'Alba –. Tranquilla e magrolina, con la sua voce flebile risponde a domande semplici, sta seduta ancora in modo abbastanza composto e partecipa alla vita di relazione insieme agli altri ospiti nel salone della struttura. Riesce a fare qualche piccolo passo se viene aiutata dai sanitari e non lamenta particolari dolori".

Si chiama Maddalena Domenino, nata a Cambiano, in provincia di Torino, nel 1909, ha compiuto la bellezza di 110 anni lo scorso 28 giugno. Un compleanno che le vale la palma della seconda persona più anziana del Piemonte (e la 18ª in Italia), dopo Erminia Bianchini di Diano d'Alba, coi suoi 111 anni - compiuti ad aprile - la donna più longeva della Region.

Con una corona di carta e tanti cuoricini colorati sul capo, e un vestito verde acqua, è stata festeggiata da figli, nuore e parenti con una torta speciale preparata per lei e condivisa poi con gli altri ospiti della struttura. Tra i doni al suo indirizzo anche un mazzo di fiori da parte dell’Amministrazione comunale di Ceresole.

Ancora ragazzina, Maddalena si trasferì con la famiglia a Carmagnola per esigenze lavorative del papà, che faceva il casellante presso la ferrovia. In giovane età lavorò come sarta presso la ditta Bona. Dopo il matrimonio con Virginio Salpestre, decise di fare la casalinga occupandosi dei suoi due figli, Aldo e Carlo. In seguito alla guerra la famiglia si trasferì a Monteu Roero, per poi spostarsi definitivamente a Torino. Vedova dal 1991, dal 2008 è ospite della struttura ceresolese.

"Maddalena segue una dieta omogenea, adatta a una persona della sua bella età", ci spiega ancora il direttore Serventi, e se gli chiediamo quale sia il segreto della sua vecchiaia ci risponde "la fortuna": "Non ha mai avuto grosse patologie – continua –. L'unico periodo per lei critico è stato quando aveva sugli 80/85 anni, nel quale sembrava avviata verso il declino, poi si è ripresa. Tra gli ultracentenari troviamo persone che hanno fumato, non fumato, bevuto, non bevuto. Riscontro che un elemento comune a tutti è un interesse che hanno coltivato per tutta la vita. Sembra che questo, forse, sia il comune denominatore degli ultracentenari".

Quello di Maddalena non è l'unico caso di ultracentenario ospite della Rsa roerina. "Qualche mese fa è mancata mia zia, Elisabetta Serventi, che di anni ne aveva 103 - spiega ancora il direttore –. Ce ne sono state abbastanza di persone che arrivano fino ai cento anni di età. Evidentemente l'aria di Ceresole fa molto bene!".

"Come sindaco sono orgoglioso che a Ceresole viva la seconda donna più anziana della provincia e del Piemonte – aggiunge il primo cittadino di Ceresole Franco Olocco –. Significa che qui ci sono le condizioni per stare bene e vivere a lungo. Le feste di compleanno di Maddalena sono divenute un appuntamento fisso alle quali, noi come Amministrazione comunale, teniamo molto. Con l'augurio di buon compleanno e di un arrivederci alla festa che si terrà nel 2020".

L'augurio che ci facciamo tutti è di invecchiare stando relativamente bene. Un traguardo raggiunto dalla signora Maddalena, arrivata alla veneranda età di 110 anni senza accusare grosse problematiche. Auguri!

Tiziana Fantino

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium