/ Eventi

Eventi | 03 luglio 2019, 16:18

Ad Alba Burattinarte: 25 anni di arte e spettacoli in una sera è l'obbiettivo della 25ª edizione che presenterà sabato 6 luglio

Si ripercorrono i 25 anni di attività che hanno visto numeri incredibili: 150 compagnie coinvolte da oltre 90 Paesi, 522 spettacoli, una quindicina di collaborazioni, una ventina di laboratori nelle scuole, 49 spettacoli in 8 edizioni di Scorribande durante Vinum, 20 produzioni esclusive

Ad Alba Burattinarte: 25 anni di arte e spettacoli in una sera è l'obbiettivo della 25ª edizione che presenterà sabato 6 luglio

Sarà un avvio in grande spolvero, sabato 6 luglio, quello della 25ª edizione di Burattinarte con tre compagnie eccezionali, che arriveranno da un capo all’altro del mondo per alternarsi sul palco allestito in piazza Duomo. La piazza più antica e prestigiosa di Alba accoglierà la prima serata dell’edizione dei cinque lustri, nella quale i direttori artistici Consuelo Conterno e Claudio Giri hanno voluto ripercorrere idealmente la storia del festival e ritrovarne lo spirito originario.  

Riassumere in una notte 25 anni di teatro di strada tra produzioni originali e spettacoli  in cammino. Con questo obiettivo Claudio Giri e Consuelo Conterno hanno organizzato la scaletta della serata del 6 luglio. 

Dalle ore 20 in piazza del Duomo, i bambini (e anche i grandi) potranno giocare con i passatempi e i balocchi eterni presentati dal Ludobus; ci si potrà ristorare con le frittelle FavolOse preparate da LaCasaRotta e ci si farà sorprendere da L’arte inaspettata, una produzione originale del festival che vedrà burattini e marionette trasformarsi in guide turistiche per dar vita a esperienze immersive davvero singolari. 

Tre saranno gli spettacoli per stupire il pubblico e a presentarli saranno due nuovi, qualificatissimi ospiti del festival, provenienti dalla Bulgaria e dalla più vicina Vicenza, e un “vecchio amico” della rassegna, in arrivo dall’Argentina. 

In 25 anni di attività Burattinarte ha collezionato numeri impressionanti: 150 compagnie coinvolte, provenienti da oltre 90 Paesi, 522 spettacoli messi in scena, una quindicina di collaborazioni attivate con altri festival e rassegne artistiche, una ventina di laboratori svolti con e per le scuole, 49 spettacoli in 8 edizioni di Scorribande durante Vinum, 20 produzioni esclusive.

Il tutto declinato in strade e piazze, sagrati, cantine, cortili e parchi, portici, saloni comunali, oratori e tendoni, perfino una casa di riposo e un carcere, di 42 tra paesi e città di Langhe, Monferrato e Roero.

“25 anni fa abbiamo raccolto una sensibilità diffusa e inespressa - raccontano Consuelo Conterno e Claudio Giri, anime e ideatori della rassegna internazionale di teatro di figura - i cantastorie stavano scomparendo e si avvertiva la nostalgia di una forma di rappresentazione immediata e coinvolgente, autentica ed empatica, che, attraverso forme solo all’apparenza semplici, sapesse trattare tradizioni senza tempo e temi eterni come l’amore, la guerra, il valore e l’ironia. Ne abbiamo avuto prova quando, una sera ci siamo trovati a mezzanotte con il pubblico che applaudiva e rideva ancora e ancora. Così, con l’aiuto di Franco Negro e del circolo Arci di Alba abbiamo dato vita al primo calendario che poi si sarebbe strutturato come Burattinarte”.   

Claudio e Consuelo, da sempre insieme nella vita e nell’arte, continuano: “Per festeggiare la XXV edizione di Burattinarte Summertime abbiamo voluto ripercorrere le tappe di questa nostra storia, ritrovarne lo spirito di sperimentazione e immediatezza, l’emozione della performance inattesa e alcuni artisti straordinari, protagonisti di forme di teatro antico e itinerante capace di superare confini e linguaggi per parlare all’anima. E abbiamo voluto invitare diversi “vecchi amici del festival”, artisti e compagnie che hanno contribuito alla sua crescita e alla formazione della sua impronta peculiare: il baluginare della magia tra fili, legni, tessuti e cartoni che supera le barriere linguistiche, culturali e dell’età, ammalia e lascia a bocca aperta, in Langa come in Patagonia”

In fondo all'articolo è scaricabile il programma.

Files:
 Burattinarte (67 kB)

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium