/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 17 giugno 2019, 18:48

La polizia locale alla scuola primaria di Farigliano per un progetto di educazione stradale

Un progetto di sensibilizzazione dei più piccoli affinché siano consci dei pericoli stradali con lezioni in aula (video, giochi e test) e passeggiate

educazione stradale a scuola

educazione stradale a scuola

L’ispettore di polizia locale Elio Chiappa, l’Amministrazione Comunale di Farigliano, le insegnanti e i “Nonni Vigili”, nei mesi di maggio e giugno, hanno dato vita ad un progetto di educazione stradale per gli alunni delle classi 3ª/4ª/5ª - Scuola Primaria,  i bambini sono stati istruiti  e sensibilizzati sulle “regole” da rispettare in strada, come pedoni, ciclisti o passeggeri a bordo di veicoli.

Durante le  lezioni in aula, sono stati illustrate e narrate, con l’ausilio di “cartoni animati e video interattivi”, le regole del Codice della Strada; nello specifico  sono state analizzate la segnaletica stradale verticale e orizzontale, la strada con le sue caratteristiche, i marciapiedi, gli attraversamenti/passaggi pedonali, le caratteristiche tecniche del velocipede  e i sistemi di ritenuta (cinture di sicurezza e seggiolini) adeguati  al trasporto dei bambini sui veicoli.

Il percorso di educazione stradale ha assunto un’occasione istruttiva fondamentale; attraverso video animati, giochi, test e simulazioni, i bambini sono stati invitati ad individuare i comportamenti appropriati e corretti da mettere in atto per strada e in auto.

Dopo la “teoria in aula”  si è passati alla pratica...

Una passeggiata a piedi nel centro abitato fariglianese e un percorso in bicicletta sorvegliato su Via Torino e l’intera pista ciclabile,  per applicare «sul campo» quanto  compreso in aula.

Gli alunni hanno indossando  i dispositivi alta visibilità e i caschetti per il percorso in bici,  accompagnati dalle insegnanti , “polizia locale” e “nonni vigili”, hanno  intrapreso il percorso reale su strada, nel centro urbano. Gli scolari hanno imparato ad attraversare la strada sugli attraversamenti pedonali,  ad utilizzare in modo corretto i marciapiedi e i passaggi pedonali, a conoscere i rischi e i pericoli per pedoni e ciclisti, ad utilizzare le piste ciclabili,  a comprendere i segnali stradali e quelli manuali dell’ “agente del traffico”; inoltre hanno capito che devono seguire le indicazioni   dei “nonni vigili”, che si occupano dell’attraversamento dei bambini in entrata/uscita dalle scuole.

L’obiettivo principale è stato quello di sensibilizzare le giovani generazioni all'adozione di comportamenti rispettosi della  legalità in strada; la “sicurezza stradale”, la prevenzione dei rischi e più in generale la promozione dei valori di socialità e correttezza, sono punti fondamentali che devono rimanere ben saldi nell’istruzione didattica dei nostri figli.

"Da oggi la “polizia locale” è diventata  “amica” dei bambini, pronta ad aiutarli in qualsiasi occasione. Favorire ed incentivare, fin da piccoli, la conoscenza e il rispetto delle “regole” fondamentali per circolare correttamente in strada  contribuisce  a creare pedoni e ciclisti più attenti e  consapevoli di rischi e insidie. "

"L’interesse vivo e costante per l’argomento – ha spiegato l’Ispettore di polizia locale Elio Chiappa – la  cognizione e la padronanza delle norme relative alla circolazione stradale assumono un significato fondamentale nel percorso di crescita del bambino in qualità di futuro cittadino, i bambini di oggi saranno la società civile di domani ; osservare i più piccolini di 1° e 2° Classe che in fila  nel corridoio ti danno  il "cinque" chiedendo quando toccherà a loro la lezione in aula, è l’emozione più bella e soddisfacente  della mia attività lavorativa, essere attenti e prudenti può salvarvi la vita!” .

Un ringraziamento particolare e doveroso all’Amministrazione Comunale che ha creduto fermamente nel progetto consentendo l’intervento della polizia locale, alle insegnanti che hanno collaborato attivamente alla formazione, agli alunni con rispettivi genitori  che hanno collaborato attivamente all’iniziativa  e  ai sempre presenti “nonni vigili” per l’accompagnamento di “scorta” in strada.      

comunicato stampa

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium