/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 12 giugno 2019, 15:45

Quasi ultimata la nuova condotta del Rio Santa Maria di Cossano Belbo: il 23 giugno prevista la riapertura dell'ingresso della chiesa

Un’opera imponente (348mila euro) per collegare il tratto a monte della condotta, risultata in discrete condizioni e quello a valle, in buone condizioni, con 4 gradoni di 3 metri a scendere

La condotta del Rio Santa Maria a Cossano Belbo

La condotta del Rio Santa Maria a Cossano Belbo

Ad oltre 10 mesi dal terribile evento del 9 agosto 2018 quanto una bomba d’acqua ha fatto crollare il tunnel del Rio Santa Maria, a Cossano Belbo, nel punto di passaggio sotto il sagrato della Chiesa Parrocchiale, si intravvede la fine della conclusione dei lavori di costruzione della nuova condotta.

Si è effettuato prontamente un intervento in emergenza, con relativa ordinanza sindacale, per un importo oltre i 150mila euro, in cui sono state messe in sicurezza le fondamenta della Chiesa e circoscritto l’area danneggiata, quindi si è passati alla fase di progettazione e costruzione della nuova condotta.

Dopo che la prima fase di appalto è andata deserta, l’Amministrazione comunale, alla luce dello stato di aggravamento, con totale occlusione della condotta a valle, ha deciso, dopo aver sentito Prefetto di Cuneo e Protezione Civile Regionale, di affidare con una nuova ordinanza i lavori direttamente ad una Ditta, individuata tra quelle che avevano i requisiti richiesti per realizzare tale opera.

La Ditta Boggeri di Arquata Scrivia, scelta dalla commissione tecnica, ha prontamente allestito il cantiere ed ha iniziato i lavori di ricostruzione. Un’opera imponente (348mila euro) per collegare il tratto a monte della condotta, risultata in discrete condizioni e quello a valle, in buone condizioni, una condotta che con 4 gradoni di 3 metri a scendere,  passa da una quota pavimento di –4 metri (dal piano della Piazza) a quella più profonda di –16 metri.  

Grazie a condizioni meteo favorevoli, la ditta ha proceduto nei lavori, sotto al supervisione dello Studio di Ingegneria Reggio e Sordo di Alba, con la collaborazione del tecnico comunale, il geometra Luca Manzo.

Adesso si è giunti alla fase finale: la ditta, nel corso dell’ultimo incontro tecnico con l’Amministrazione comunale, aveva posto come termine indicativo dei lavori il 20 giugno.

Alla luce dei lavori fatti, la conclusione sembra imminente con i lavori di muratura ormai conclusi e quelli di riempimento ormai programmati per la prossima settimana. L’area verrà inizialmente sistemata con semplice ghiaia, per favorire eventuali assestamenti della zona riempita e successivamente verrà ripristinata la pavimentazione mista, porfido – asfalto.

Si conta di riaprire l’ingresso della Chiesa dalla parte del sagrato principale domenica 23 giugno. L’unica pecca sono i trasferimenti regionali: a fronte di finanziamenti puntualmente concessi, mancano ancora i reali trasferimenti delle somme necessarie per pagare la Ditta e i Professionisti che hanno lavorato all’opera.

L’Amministrazione ha ottemperato inizialmente ai pagamenti  (in emergenza pari al 100% – nuova costruzione 40%), adesso non riesce a sopperire a questi ritardi dei trasferimenti dei fondi regionali; si confida che questi avvengono a breve per poter ottemperare ai pagamenti concordati, anche perché la Ditta Boggeri ha svolto con solerzia, perizia e professionalità l’opera assegnata, con lavori eseguiti anche sotto la pioggia e in giornate di prefestivi.

comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium