/ lavocedialba.it

Che tempo fa

Cerca nel web

lavocedialba.it | 09 giugno 2019, 14:29

Carrù: enorme successo per l'Open Day del Soccorso, chiusosi con un record del mondo (FOTO e VIDEO)

L'evento, che ha coinvolto all'incirca 4mila allievi delle scuole cuneesi, si è concluso con la consegna di un defibrillatore semiautomatico esterno alla scuola secondaria di primo grado di Garessio e con il primato di 12 ore consecutive di rianimazione cardiopolmonare. Toccante tributo ad Andrea Morselli, volontario 17enne deceduto in tragiche circostanze il 2 settembre 2018 nelle acque del lago di Osiglia

Carrù: enorme successo per l'Open Day del Soccorso, chiusosi con un record del mondo (FOTO e VIDEO)

Si attende soltanto la certificazione ufficiale da parte dei giudici, che nelle prossime ore esamineranno i filmati dell'organizzazione, ma, virtualmente, il nome di Carrù figura già all'interno del novero dei detentori di un Guinness World Record; infatti, in occasione della "Notte arancione" delle scuole e dell'Open Day del Soccorso 2019, la città spartiacque fra il Monregalese e le Langhe ha ospitato un tentativo di primato mondiale.

12 ore consecutive di rianimazione cardiopolmonare: un traguardo raggiunto poco dopo la mezzanotte e festeggiato calorosamente da tutti coloro che vi hanno preso parte (soccorritori, volontari, vigili del fuoco, privati cittadini).

Un tassello intercontinentale che va a impreziosire una kermesse che ha saputo coinvolgere in questi mesi all'incirca 4000 allievi delle scuole secondarie di primo grado in lezioni frontali sul primo soccorso, grazie anche all'infaticabile opera dei volontari della Croce Rossa Italiana di Mondovì, della Croce Bianca di Ceva, della Croce Bianca di Garessio, della Croce Bianca di Fossano, del Gruppo Volontari del Soccorso di Clavesana, dell'associazione Volontari del Soccorso di Dogliani e della Pubblica Assistenza Valli Monregalesi.

Fra gli studenti è andato in scena anche un vero e proprio contest, volto a premiare la classe migliore in termini di tempistiche e qualità d'esecuzione delle manovre di primo soccorso: a vincere è stata la scuola media di Garessio, premiata dal sindaco carrucese, Stefania Ieriti, e acquistato in sinergia dal Leo Club Mondovì Monregalese, dalla Gemini Project impianti di Bra e dalla Poliprogram, carpenteria di Clavesana.

Prima del concerto degli "Scrubs", hanno preso la parola anche i presidenti e i responsabili della Croce Rossa Italiana di Mondovì e delle associazioni, le ispettrici capo delle infermiere volontarie di Mondovì (Gisella Curti e Giuliana Turco), la volontaria della Croce Bianca di Fossano che ha curato la grafica dell'iniziativa (Alice Fiorini), un rappresentante della Banca Alpi Marittime (Rocco Violi), il direttore regionale della centrale di Saluzzo del 112 Piemonte (Valter Occelli), i responsabili scientifici del progetto (il dottor Davide Gasparino e l'infermiere Filippo Gatti) e l'ingegner Paolo Tealdi, docente dell'istituto d'istruzione superiore "Cigna" di Mondovì.

Toccante, infine, il tributo dedicato ad Andrea Morselli, giovane volontario della Croce Rossa Italiana di Mondovì deceduto in tragiche circostanze a soli 17 anni lo scorso 2 settembre nelle acque del lago di Osiglia. 

Alessandro Nidi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium