/ Politica

Che tempo fa

Cerca nel web

Politica | 07 giugno 2019, 16:20

“Toto” Giunta: ad Alba il sindaco Bo ragiona sulla sua squadra di governo

In attesa del Consiglio di insediamento, martedì 18 giugno, circolano le prime ipotesi sui nomi dei papabili assessori della nuova Amministrazione comunale

I consiglieri di maggioranza

I consiglieri di maggioranza

Ancora nessuna certezza, sulla composizione della nuova Giunta albese: il neoeletto sindaco Carlo Bo, infatti, non ha ancora sciolto le riserve sui nomi degli assessori che, insieme a lui, costituiranno l'esecutivo cittadino per il prossimo quinquennio.

Una volta insediato, ho incontrato dirigenti e dipendenti del Comune, e in questi giorni la macchina amministrativa è andata avanti regolarmente – afferma l'imprenditore, classe 1970, alla guida della coalizione di centrodestra premiata nella tornata elettorale dello scorso 26 maggio –. Presto sarà la volta di associazioni e comitati di quartiere. Intanto, parlando di Giunta, mi sono preso il tempo necessario per presentare una squadra autorevole, con persone scelte in base alle loro competenze”.

Tra le poche certezze, al momento, c'è quella che riguarda il numero degli assessori. Saranno nuovamente 7, il massimo consentito dalla legge, 3 dei quali dovranno necessariamente essere di sesso opposto agli altri 4, in virtù delle disposizioni sulla rappresentanza di genere.

In questo quadro il nuovo sindaco dovrà quindi muoversi nella scelta dei componenti la squadra, che ovviamente - insieme alle competenze - non potrà non tenere conto degli equilibri interni alla maggioranza. Facile pensare, quindi, che un ruolo in Giunta andrà ai più votati delle liste la cui presenza in coalizione non era affatto scontata. Emanuele Bolla (di Fratelli d'Italia – Alba 2019) dovrebbe essere della partita, e per lui fra gli addetti ai lavori circola l'ipotesi di una possibile investitura a vicesindaco. Il suo ingresso in Giunta favorirebbe l'ingresso in Consiglio di un veterano come Sebastiano Cavalli, già presidente del Consiglio nel primo mandato di Marello quando tale ruolo – per una tacita convenzione, venuta meno nella seconda consiliatura – era appannaggio di un membro dell'opposizione.

Altro nome papabile per l'esecutivo, quello di Carlotta Boffa, la cui omonima lista si è accaparrata il 4,25% dei consensi: la sua rinuncia alla corsa solitaria in funzione dell'appoggio a Bo ha scongiurato il ballottaggio, permettendo al centrodestra di imporsi al primo turno. Possibile, dunque, per lei, la nomina ad assessore, che farebbe spazio all'ingresso in Consiglio di Franco Pensato, primo fra i non eletti della lista civica presentata dall'imprenditrice.

Tra le altre forze della coalizione, il buon risultato della Lega lascia presagire una presenza importante in Giunta, con la nomina di due assessori. Il coordinatore cittadino Marco Marcarino sarebbe in pole position, accompagnato da Elena Alessandria, la seconda più votata del Carroccio. Spettatori interessati, Italo Magliano e Gabriele Mutti, 6° e 7° più votati della lista che porta il nome del “Capitano” Salvini, a loro volta pronti a subentrare in assemblea in luogo degli eletti nominati assessori. Certi del posto in Consiglio sono ancora Bruno Ferrero, Lorenzo Barbero e Maria L'Episcopo.

Sempre a proposito di partiti, e guardando in questo caso a Forza Italia, un assessorato potrebbe andare a uno tra Leonardo Prunotto (288 voti) ed Elisa Boschiazzo (227 preferenze), che libererebbero uno scranno in Consiglio per il vulcanico Mario Sandri, viticoltore di Madonna di Como.

A completare il quadro, due liste civiche. Due i consiglieri eletti nelle fila di Per Alba Cirio, Liliana Allena (per la quale si prospetterebbe un secondo mandato da presidente dell'Ente Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d'Alba) e Domenico Boeri, per il quale sembra possibile un coinvolgimento in Giunta o, vista la profonda conoscenza della macchina amministrativa, una nomina a presidente del Consiglio comunale. Nel caso in cui entrambi rinunciassero al seggio in Consiglio, farebbero il loro ingresso nella massima assemblea cittadina la new entry Nadia Gomba e l'habitué Roberto Cerrato. Partita apertissima, dunque.

Infine, Alba Domani, autentica sorpresa della tornata elettorale, con il 12,42% dei consensi raccolti sul campo. Il ristoratore Daniele Sobrero, campione di preferenze per il centrodestra, forte di 340 voti, ambirebbe a un incarico nel mondo dello Sport, che conosce bene in virtù del suo ruolo di presidente del Corneliano Roero. Non è da escludere, tuttavia, un ruolo anche per l'avvocato Gionni Marengo, negli ultimi anni coordinatore cittadino di Forza Italia e collega di partito di Bo, all'opposizione, nell'ultima consiliatura. In due, anche qui, alla finestra ad aspettare: Alessandro Giannotto e Davide Procaccio, rispettivamente 84 e 69 preferenze.

A rimescolare le carte, la probabilità che il criterio per la nomina dell'esecutivo non sia unicamente riferibile alle preferenze raccolte: possibile, infatti, la presenza di assessori esterni, tecnici, soprattutto per la gestione dell'Urbanistica, che il sindaco uscente Marello aveva mantenuto per sé.

Tra i tanti condizionali, una certezza: il primo Consiglio comunale, nel quale avverrà l'insediamento, sarà convocato nel giro di due settimane, con ogni probabilità martedì 18 giugno. Per quella data, già si conosceranno i nomi degli assessori, mentre resterà aperta la partita delle partecipate nelle quali l'Amministrazione comunale potrà indicare persone politicamente vicine per ruoli di sottogoverno, comunque strategici per la città. Oltre al già citato Ente Fiera, i ruoli che andranno in scadenza nei prossimi mesi interessano l'Ente Turismo (con nomina regionale su indicazione del sindaco di Alba), la Presidenza di Apro, quella dell'Enoteca regionale piemontese Cavour, del Consiglio di Sorveglianza di Egea e del Consorzio socio assistenziale, solo per citarne alcune fra le principali, sopravvissute alla scure della riforma Madia.

Pietro Ramunno

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium