/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | 19 maggio 2019, 09:08

Svitate entrambe le spolette: disarmata la bomba in una Fossano deserta (FOTO E VIDEO)

Operazione del 32esimo Genio Guastatori. Città evacuata nel raggio di 1.850 metri intorno alla caserma Generale Dalla Chiesa. Al lavoro 150 uomini della Protezione civile comunale e provinciale, Polizia locale, Carabinieri, Polizia di Stato, Guardia di finanza, associazioni di volontariato operativo, e personale del comune

Svitate entrambe le spolette: disarmata la bomba in una Fossano deserta (FOTO E VIDEO)

Gli artificieri del 32esimo Genio Guastatori hanno svitato entrambe le spolette: la prima intorno alle 8.30 e la seconda intorno alle 9.

Si sono concluse nel migliore dei modi le operazioni di sminamento della bomba a Fossano. Si tratta di un ordigno bellico inesploso da 227 kg di esplosivo, risalente alla seconda guerra mondiale, quando quella che era la caserma Piave ospitava l'opificio di munizioni.

Al lavoro anche 150 uomini della Protezione civile comunale e provinciale, Polizia locale, Carabinieri, Polizia di Stato, Guardia di finanza, associazioni di volontariato operativo, e personale del comune. Nella sala operativa presente anche un referente dell’emergenza sanitaria.

La città di Fossano era deserta nel raggio di 1.850 metri intorno alla caserma Generale Dalla Chiesa.

La bomba venne sganciato nel 1944 da un bombardiere americano su quella che, in tempo di guerra, era una fabbrica di munizioni, obiettivo decisamente strategico. Si tratta di un dispositivo da 500 libbre, corrispondente a 227 Kg di esplosivo, notevolmente più grande di quella rinvenuta a Torino Lingotto la scorsa primavera che conteneva complessivamente 100 Kg di materiale esplodente. Per questo motivo, da protocollo, l’area soggetta a evacuazione o obbligo di restare in casa è più ampia e arriva fino al centro storico cittadino per un raggio di circa 1.850 metri.

Tutti i punti sono presidiati da 150 uomini della protezione civile con 45 mezzi. Sono state create tre cinture di blocco del traffico: due di segnalazione che a Fossano non si può entrare e la terza di blocco totale per questo raggio di 1.850 metri.

Nella palestra comunale sono stati accolti gli “sfollati per qualche ora” che non avevano un posto alternativo dove andare. Erano pochi, neanche una decina.

L'ordigno reso inoffensivo sarà ora trasportato nell’area della cava di Napoli, con l’evacuazione di 7 o 8 persone residenti nella zona, e sarà fatto brillare.

AGGIORNAMENTO DELLE ORE 10

Libera la zona gialla. Ordigno scaricato alla cava di Napoli. Zona rossa limitata alla zona lungo la Stura. Curiosità: il treno storico Torino-Ormea non ha subito ritardi causati dalla bomba.

Pagani - Mazzariello

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium