/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 15 maggio 2019, 11:31

Ferrero, dopo quattro anni alla corte della Nutella lascia il top manager Aldo Uva

Manager deputato a strategie e innovazione, era arrivato alla corte di Giovanni Ferrero nel 2015

Aldo Uva, top manager da quattro anni in Ferrero (Linkedin)

Aldo Uva, top manager da quattro anni in Ferrero (Linkedin)

Alla notizia manca ancora il crisma dell’ufficialità, ma nemmeno concreti riscontri circa quanto da qualche tempo si dice nei corridori della multinazionale dolciaria.
In casa Ferrero sarebbe infatti imminente l’addio ad Aldo Uva, top manager arrivato ad Alba nel 2015 in sostituzione di Nunzio Pulvirenti e destinato nei piani – così riportavano le cronache economiche di allora – a diventare il braccio destro di Giovanni Ferrero in Lussemburgo, la figura deputata a elaborare lo sviluppo strategico della multinazionale con un occhio particolare agli scenari internazionali.

Ora la notizia della separazione, alla base della quale ci sarebbe comunque una scelta personale del 56enne dirigente, che avrebbe preferito aggiungere un nuovo tassello a una carriera da "globetrotter" al servizio di alcune tra le più importanti multinazionali del pianeta,    

Uva era infatti approdato in Ferrero dopo cinque anni alla presidenza della divisione "flavours" di Firmenich, multinazionale svizzera degli aromi naturali e artificiali. Prima di allora, dopo gli inizi alla Indesit, era stato per quattro anni Ceo di Parmalat per il Nord America, America Centrale, Messico e Caraibi; dal 2001 al 2007 aveva invece operato per la società americana Sara Lee, per la quale ha ricoperto diversi incarichi, prima di divenire Ceo di Natuzzi nel 2009, e vicepresidente e capo della "Global Beverages and Food Services Division" di Nestlè nel biennio 2007-2009.

Nel 2017, a due anni dal suo arrivo ad Alba, l’importante riorganizzazione dei vertici aziendali che segnò il passaggio di consegne tra Giovanni Ferrero (intanto divenuto presidente esecutivo) e Lapo Civiletti nel ruolo di "chief executive officer" della holding Ferrero Sa, vide affidati a Uva l’incarico di responsabile dell’innovazione e di "chief global brand officer".

Ezio Massucco

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium