/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 14 maggio 2019, 12:20

Erbe e arte a Bra, a Palazzo Mathis prosegue la mostra "L'erbario di Elide. Viaggio figurato nella bellezza del Museo Craveri"

Porte aperte per la mostra organizzata dal Liceo Giolitti-Gandino. Ringraziata la Fondazione Crc, che ha finanziato il progetto

Alcune foto della mostra

Alcune foto della mostra

Sabato 11 maggio, a Bra, è stata inaugurata la mostra “L’Erbario di Elide – Viaggio figurato nella bellezza del Museo Craveri”, realizzata dal Liceo Giolitti-Gandino, ed è stato presentato l’omonimo volume.

La cerimonia è stata aperta dalle melodiose note del trio La Sérenade, composto dai giovani musicisti Laura Capretti (mezzosoprano), Giulio De Felice (flauto) e Cristiano Arata (chitarra).

Il prof. Emanuele Forzinetti, docente di Storia e Filosofia presso il Liceo, ha illustrato il progetto da cui la mostra prende vita e ha presentato via via le autorità e i relatori: l’assessore alla Cultura Fabio Bailo, la dirigente del Liceo prof.ssa Francesca Scarfì, il responsabile scientifico del Museo Civico "Craveri" di Storia Naturale Rino Brancato, le insegnanti di Disegno e Storia dell’Arte, nonché ideatrici del progetto, prof.sse Rossella Magliano e Liliana Soldano, le curatrici del progetto Giulia Siccardi, Annalisa Ribotta e Elena Grimaldi e gli studenti delle classi 5ª A e 5ªC (Beatrice Angeli, Alessia Panero, Adele Roggia e Andrea Masoero, in rappresentanza dei loro compagni).

Durante la presentazione, si è parlato dell’importanza della bellezza per il benessere psicofisico dell’individuo e della necessità di educare i giovani al suo riconoscimento, affinché la sappiano conservare e valorizzare. È stato ricordato come il progetto biennale “L’Erbario di Elide” sia frutto della collaborazione tra vari enti e somma di vari apporti: ideativo, logistico, tecnico, scientifico, economico.

In particolare, è stata ringraziata la Fondazione Crc, che ha finanziato l’intero progetto, senza il cui sostegno sarebbe stato impossibile realizzare la mostra. Inoltre, è stato evocato il legame tra il “viaggio figurato” della mostra e il concomitante Salone del Libro 2019, il cui tema è, appunto, quello del viaggio.

Infine è stato ricordato come la mostra vada a valorizzare l’Erbario Craveri giusto all’indomani del suo riconoscimento internazionale come facente parte dell’Index Herbariorum del NYBG e lo faccia apprezzare anche dai non addetti ai lavori.
Gli studenti, insieme con la curatrice Giulia Siccardi, hanno rievocato le tappe del progetto e hanno raccontato come hanno proceduto per la realizzazione dei disegni e la stesura dei testi del volume.

Dalle loro parole è emerso come il progetto abbia richiesto un impegno notevole, ma sia anche stato coinvolgente e abbia dato risultati altrettanto gratificanti. Le professoresse non hanno mancato di sottolineare che sono anche le soddisfazioni come questa che danno loro motivo di continuare a lavorare con passione nella Scuola.

La mostra, ospitata nell’infilata delle sale del piano nobile di palazzo Mathis (piazza Caduti per la Libertà 20), consta di 70 tavole illustrate, realizzate dai ragazzi a partire da altrettante piante medicinali raccolte da Federico Craveri nell’Ottocento e conservate nel suo Erbario. L’esposizione può contare anche sulla presenza di due preziosi fogli appartenenti all’Erbario Craveri, prestati in via eccezionale dal Museo, e di alcune piante fresche.

La mostra rimarrà aperta fino a domenica 19 maggio, nei seguenti orari: giovedì e venerdì dalle 9 alle 12.30 e dalle 15 alle 18; sabato e domenica dalle 9 alle 12.30. L’ingresso è gratuito.

Presso il Museo Civico "Craveri" di Storia Naturale (via Craveri 15) è possibile vedere un allestimento temporaneo legato all’Erbario Craveri. Esibendo il biglietto della mostra si usufruisce della tariffa d’ingresso ridotta al Museo.

Nei pomeriggi di martedì, mercoledì e giovedì, a palazzo Mathis, sono previsti laboratori creativi dedicati alla Scuola Primaria, nel corso dei quali i bambini seguiranno le avventure dell’immaginaria fanciulla di nome Elide alla ricerca della magica pianta Nookoes e si cimenteranno a disegnarla.

Inoltre, sabato 18 maggio, in occasione della "Notte dei Musei", il Museo Craveri e la mostra “L’Erbario di Elide” rimarranno aperti in notturna dalle 20 alle 24. Alle 20.30, presso il Museo Craveri, i visitatori saranno omaggiati con ricette di trattamenti di bellezza completamente naturali. Dalle 21 in poi inizieranno i laboratori creativi per adulti e bambini sul tema de “L’Erbario di Elide” (durata un’ora circa, prenotazione obbligatoria a craveri@comune.bra.cn.it o allo 0172/412.010).

L’ingresso e tutte le attività sono gratuiti.

Comunicato stampa

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium