/ Politica

Politica | 11 maggio 2019, 13:18

La lista "Adesso Verduno! Marta Giovannini sindaco" lancia l'Enoteca Regionale del Verduno Pelaverga

Il progetto è stato presentato alla presenza dell'assessore regionale uscente Giorgio Ferrero

La lista "Adesso Verduno! Marta Giovannini sindaco" lancia l'Enoteca Regionale del Verduno Pelaverga

Alla presenza dell'uscente assessore Regionale all'Agricoltura Giorgio Ferrero e di diversi produttori di Verduno, nella cantina comunale affollata, Marta Giovannini con tutti i candidati della lista Adesso Verduno, ha lanciato pubblicamente il progetto dell'Enoteca Regionale del Verduno Pelaverga.

Un vino che ha insieme una storia lunga secoli (si narra di presunte qualità afrodisiache e del suo merito nel dare un erede a Casa Savoia) ma anche una storia molto giovane: fu infatti per  merito del sindaco Renata Salvano che divenne una doc circa 25 anni fa. Oggi è un vino molto richiesto sul mercato, tanto da esaurirsi sempre troppo in fretta per i numerosi amanti (del vino ovviamente).

Si poterebbe definire, secondo la candidata sindaco - un vino che connota Verduno, intriso dell'anima stessa del paese:  un vino un po' "peperino", vivace e allegro. Insomma, "quello che ci vuole nella vita di oggi" per Marta Giovannini.

L'ipotesi di creare un' Enoteca Regionale è concreta e i pregi sarebbero davvero tanti: dall'ovvia promozione di questo nettare alla raccolta e documentazione della storia della cultura rurale di Verduno, delle sue attività agricole ed enologiche. Un punto di ritrovo e di vendita è importante per lo sviluppo turistico di qualità del piccolo paese "sentinella delle Langhe" e delle nostre terre del vino, patrimonio Unesco. Si tratta di un volano economico, di un "blasone" che può portare botteghe, negozi, servizi, insomma opportunità di lavoro al nostro centro.

L'assessore uscente Ferrero ha parlato della concreta fattibilità del progetto e , insieme anche dei finanziamenti che verranno riconosciuti alle enoteche regionali che sono realtà importanti anche economiche, punto di incontro di tradizioni, cultura, paesaggio, enogastronomia e turismo rurale.

In occasione dell'incontro è stato anche distribuito il "testo unico dell'agricoltura" con cui si sono sfrondate e razionalizzate le leggi regionali del settore, in modo che operare nel settore sia più semplice. In questo quadro si è data la possibilità ai piccoli produttori di svolgere anche attività collaterali: ristorazione, alloggio, fattorie didattiche e sociali, cimiteri per animali d’affezione, vendita di prodotti agricoli, senza troppe complicazioni burocratiche e pur nella dovuta sicurezza.

"Un quadro confortante che va verso il riconoscimento dell'importanza non solo dell’agricoltura e dell'enogastronomia, ma anche del paesaggio, dell'ambiente che ci circonda, della storia locale, dello sviluppo ecocompatibile, dell'accoglienza turistica e della qualità della vita su cui noi vogliamo puntare, partendo però, sempre, da quella dei Verdunesi che, in questa terra meravigliosa sono nati, vivono e lavorano", ha concluso Marta Giovannini.

comunicato stampa politico elettorale

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium