Elezioni regionali

Elezioni comune di Alba

 / Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | 06 maggio 2019, 17:14

Minacciò un'impiegata del Consorzio socio assistenziale del Cuneese perché non aveva diritto ad un sussidio: condannato

Il fatto risale al 2017. La donna si era spaventata e c'erano stati degli spostamenti negli uffici per maggior tutela dei dipendenti del Consorzio

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Si era rivolto al Consorzio socio assistenziale del Cuneese sperando di ottenere dei benefici economici. L’addetta aveva verificato la sua posizione e gli aveva fatto presente che non avrebbe avuto diritto ad alcun contributo. L’uomo aveva reagito minacciando la donna.

Processato per minacce a pubblico ufficiale, M.P. è stato condannato dal tribunale di Cuneo a 8 mesi di reclusione.

L’episodio risale al 2017. L’impiegata, che si trovava sola in ufficio, si era spaventata e aveva detto di essere era rimasta sconvolta dalle parole dell’uomo tanto da guardarsi sempre intorno quando usciva dal lavoro.

In seguito alla spiacevole circostanza, il Consorzio aveva provveduto a spostamenti degli uffici in modo che i dipendenti si sentissero maggiormente tutelati in situazioni come queste.

La difesa aveva sollevato dubbi sulla qualificazione giuridica del fatto. L’imputato aveva chiesto di trovare una soluzione e non costretto l’impiegata (che non aveva sporto querela) a compiere o omettere un atto contrario al proprio dovere.

Monica Bruna

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium