/ Solidarietà

Che tempo fa

Cerca nel web

Solidarietà | 29 aprile 2019, 08:35

Bra, una “pesca miracolosa” con il Banco di beneficenza di Pasqua a favore della comunità di Boko in Benin

Ai Battuti Bianchi, il grazie dell’Associazione Primavera Africana di Bandito che da anni opera accanto a don Max Lafia nello Stato del Benin

Bra, una “pesca miracolosa” con il Banco di beneficenza di Pasqua a favore della comunità di Boko in Benin

Il termine “grazie” si usa ancora ed è la parola d’ordine dell’Associazione Primavera Africana.

Un grazie di cuore è stato espresso alla Confraternita della Santissima Trinità di Bra che, attraverso il Banco di beneficenza allestito nel periodo di Pasqua, ha fatto sì che la festa fosse veramente per tutti. Grazie ai tanti volontari che per diversi giorni si sono alternati al Banco, sacrificando il loro tempo per una “pesca” che anche quest’anno è stata miracolosa e aveva uno scopo più grande.

Infatti, il ricavato sarà destinato sia per il restauro della sacrestia della chiesa della Santissima Trinità, casa dei Battuti Bianchi, sia a favore dell’Associazione Primavera Africana di Bandito, che da diversi anni opera accanto a don Max Lafia nello Stato del Benin. Un altro passo è stato compiuto, ma tante cose restano ancora da fare.

Perciò è importante sostenere l’associazione Primavera Africana, mediante offerte da versare su Cassa di Risparmio di Bra (Iban IT93Y0609546040000010134586) o Bcc Cherasco (Iban IT49I0848746040000030104191), affinché si mantenga attivo il ponte di solidarietà e fraternità che si è instaurato durante tutto questo tempo.

Grazie a tutti i braidesi, la comunità di Boko, dove attualmente don Max è parroco, diventerà sempre più un luogo di famiglia presente e vivo. “Qualunque cosa avete fatto ai più piccoli, lo avete fatto a me” (Matteo 25,40). E la missione continua.

Silvia Gullino

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium