Elezioni regionali

Elezioni comune di Alba

 / Eventi

Che tempo fa

Cerca nel web

Eventi | 17 aprile 2019, 17:13

Storie positive di immigrazione e integrazione alla libreria La Torre di Alba

Sabato 20 aprile la presentazione di “L’Umanità è patrimonio”, scritto dall’Assessore regionale a Pari Opportunità, Diritti Civili e Immigrazione Monica Cerutti

L'assessore regionale Monica Cerutti

L'assessore regionale Monica Cerutti

Si terrà ad Alba il prossimo sabato 20 aprile alle ore 17, presso la Libreria La Torre in Via Vittorio Emanuele II, 19/g la presentazione del libro “L’Umanità è patrimonio - nuove narrazioni contro la paura” scritto da Monica Cerutti, assessore regionale del Piemonte dove si occupa di Pari Opportunità, Diritti Civili, Diritto allo Studio, Politiche giovanili, Immigrazione, Cooperazione decentrata e Diritti dei Consumatori.

L’umanità di oggi è patrimonio disponibile per costruire una società nuova. Serve narrarla con parole diverse, storie di interazione e inclusione a lieto fine, risultati positivi voluti e cercati con pazienza e impegno quotidiano, ma soprattutto possibili. Di questo parla il libro, edito da Neos.

Dietro ai preconcetti razziali, alla xenofobia, al puntare il dito contro il “diverso”, l’immigrato, lo straniero, si cela una forte mancanza di buona comunicazione. Sono troppi i racconti d’odio e quasi inesistenti quelli che parlano di inclusione, interazione e integrazione, di crescita come persone e come comunità. Le “nuove narrazioni” dunque diventano indispensabili.

“C’è una scena, tra le tante descritte nel libro, che riassume in sé tutte le ragioni che mi hanno portato a scrivere - racconta Monica Cerutti -. Giacometta e Gianduia, le maschere torinesi, intenti a mangiare una ciotola di Pho, riso condito con pollo ed erbe, e a scambiare parole con due giovani che indossano gli abiti vietnamiti tipici del Capodanno. Tutto questo a Torino. Un’immagine che mi ha messo davvero di buon umore e ha rinvigorito in me la speranza che i nazionalismi possano fare poca strada. Se oggi sembrano aver egemonizzato una parte della nostra Europa, si scontrano con la realtà, con la storia del mondo quando decidono di impedire l’ineluttabile. I popoli si incontrano e si contaminano da quando i nostri antenati vivevano nelle caverne e nessun nazionalismo riuscirà a fermare il migrare di corpi e di sogni, l’incontro di mani, lo scambio di sguardi e di sorrisi tra esseri umani”.

A dialogare con Monica Cerutti saranno Veronica Gallo, dell’associazione albese Strani Vari che realizza progetti di cooperazione internazionale, e Alessandro Prandi, Garante comunale delle persone private della libertà di Alba. L’iniziativa è organizzata in collaborazione con l’Ufficio della Pace del Comune di Alba.

 

Redazione

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium