/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 13 aprile 2019, 11:13

Neve tardiva e temporali: torna a salire il pericolo valanghe, previsto di grado Marcato

Attesa la neve fino a 700 metri. Il pericolo sarà di grado 3 sulle Alpi Cozie, Marittime e Liguri

Neve tardiva e temporali: torna a salire il pericolo valanghe, previsto di grado Marcato

Dal pomeriggio di martedì il Piemonte è stato interessato da nuove precipitazioni diffuse, talvolta di carattere temporalesco. I nuovi apporti di neve fresca sono stati modesti sui settori settentrionali e crescono in modo più significativo passando dai settori occidentali a quelli meridionali.

Nella giornata di domani 14 aprile è previsto un nuovo peggioramento, con fenomeni che sono previsti anche di forte intensità e con la neve fino a 700 meri. Un vero e proprio colpo di coda dell'inverno a quasi un mese dall'arrivo della primavera.

Neve fuori stagione e pericolo valanghe ancora piuttosto significativo. I rilievi nivologici hanno infatti evidenziato la presenza di discontinuità interne rappresentate da strati di neve pallottolare e da croste da fusione e rigelo più spesse sulle esposizioni soleggiate. Sui settori occidentali e soprattutto su quelli meridionali sono state segnalate valanghe spontanee, generalmente di neve umida, di piccole e medie dimensioni dai pendii ripidi in corrispondenza di affioramenti rocciosi e canali ripidi.

Per il fine settimana le condizioni di tempo perturbato determineranno un rialzo del grado di pericolo valanghe sui settori settentrionali e meridionali che potrà raggiungere il grado 3-Marcato sulle Cozie Sud, sulle Marittime e, da domani 14 aprile, anche sulle Alpi Liguri.

Barbara Simonelli

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium