Elezioni regionali

Elezioni comune di Alba

 / Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 22 marzo 2019, 08:45

Un successo l'incontro tra il Rotary Club Alba e Francesco Casoli

L’ospite ha parlato del ruolo dell’arte come fulcro per innovare l’impresa, una scommessa nata nel 2007 con la creazione della Fondazione Ermanno Casoli

Un successo l'incontro tra il Rotary Club Alba e Francesco Casoli

Nei giorni scorsi il Rotary club Alba ha ospitato Francesco Casoli presidente di Elica, multinazionale di origine italiana, con sede a Fabriano ma oggi leader in tutto il mondo per la produzione di cappe aspiranti. Casoli, oltre a essere un industriale importante è stato anche senatore della Repubblica in quota PdL, dal 2006 al 2013.

L’ospite ha parlato del ruolo dell’arte come fulcro per innovare l’impresa, una scommessa nata nel 2007 con la creazione della Fondazione Ermanno Casoli, intitolata alla figura del padre –prematuramente scomparso– e che oggi si può dire vinta. Accompagnato da Chiara Paolino ricercatrice di Organizzazione aziendale presso l’Università Cattolica di Milano e docente di Leadership, Organization e HR presso SDA Bocconi school of Managment e Marcello Smarrelli direttore artistico della Fondazione.

«Ho deciso di fare questa scelta per rendere l’azienda poliedrica –ha spiegato Casoli – trasformarla per renderla competitiva anche rispetto alla concorrenza. L’arte è un aspetto che permette di avere elasticità di pensiero e ha costituito un grimaldello per entrare nella cultura delle persone. I dipendenti hanno accettato volentieri di mettersi in gioco, sentendosi stimolati per la possibilità che gli veniva data di lavorare accanto ad alcuni artisti».

Elica è un gruppo che oggi ha stabilimenti in Italia, Polonia, Germania, India, Messico e Cina, produce 21 milioni di pezzi e occupa complessivamente 5.000 dipendenti. «In termini misurabili –ha concluso Casoli– il ricorso a questa soluzione ci ha consentito di aumentare in modo significativo sia il numero di pezzi prodotti, ma anche l’aumento dei brevetti».

Al termine della conferenza, il presidente del club, Lorenzo Gallo ha ringraziato i presenti e ha ricordato l’appuntamento con la conferenza del prossimo 26 marzo alle 18 sempre nella sala congressi del palazzo Banca d’Alba in via Cavour 4, ove interverrà l’architetto urbanista Maurizio Carta per parlare di Augmented city.

comunicato stampa

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium