/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 15 marzo 2019, 15:38

Conte e Toninelli lunedì in Granda per l’autostrada At-Cn? Chiamparino li incontra a Roma: "Data mia disponibilità"

Il governatore conferma l’ipotesi all’uscita del confronto Governo-Regioni di questa mattina a Palazzo Chigi. Ma sul sopralluogo mancano conferme ufficiali. L'onorevole Dadone: "Visita non ancora confermata"

Il ministro Toninelli col sindaco Appendino durante una recente visita a Torino

Il ministro Toninelli col sindaco Appendino durante una recente visita a Torino

Arriva dal governatore Sergio Chiamparino, all’uscita dal confronto Governo-Regioni sul decreto "Sbloccacantieri" andato in scena questa mattina a Palazzo Chigi alla presenza del premier Giuseppe Conte, del viceministro Luigi Di Maio e del ministro alle Infrastrutture e Trasporti Danilo Toninelli –, la conferma circa una possibilità visita che gli stessi Conte e Toninelli starebbero organizzando in provincia di Cuneo per lunedì 18 marzo, con l’intenzione di approfondire la situazione dell’autostrada Asti-Cuneo e dei passaggi necessari allo sblocco dei cantieri per la sua ultimazione.

E’ stato un incontro utile – ha infatti dichiarato Chiamparino all’uscita del summit – perché, di fronte alla richiesta avanzata dal Piemonte e da altre regioni, il presidente del Consiglio e il ministro Toninelli si sono impegnati ad avviare incontri con le singole regioni per una ricognizione delle opere considerate strategiche, in modo da accelerarne la realizzazione. Ho anche dato la disponibilità al presidente del Consiglio – ha proseguito il governatore –, dopo il suo invito, a incontrarlo lunedì in Piemonte, in occasione del sopralluogo previsto con il ministro Toninelli sul tracciato della Asti-Cuneo”.

Sulla visita il condizionale rimane comunque d’obbligo. Dall’Assessorato regionale ai Trasporti – interpellato pochi minuti fa dal nostro giornale – si spiega di non avere in realtà avuto alcuna richiesta o contatto in questo senso, e che le informazioni finora giunte a Torino dalla capitale sono limitate alle indiscrezioni di stampa pubblicate in queste ore da alcune testate giornalistiche.

Improntate alla prudenza anche le risposte da noi raccolte in proposito dall’onorevole Fabiana Dadone, deputata monregalese del Movimento 5 Stelle.   

Intanto presso la Prefettura di Cuneo prosegue il presidio permanente messo in atto dai sindaci della Granda dopo la recente manifestazione di Roreto di Cherasco: presidio che, in mancanza di riscontri, martedì 26 marzo si sposterà nella capitale, presso la sede del Ministero delle Infrastrutture.

Ezio Massucco

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium