Elezioni regionali

Elezioni comune di Alba

 / Eventi

Che tempo fa

Cerca nel web

Eventi | 14 marzo 2019, 14:37

Ad Alba il progetto culturale “Sentieri dei frescanti nel Roero”

Saranno presentate durante due serate, per valorizzare e promuovere la conoscenza di tali testimonianze artistiche

Ad Alba il progetto culturale “Sentieri dei frescanti nel Roero”

Il progetto culturale “Sentieri dei frescanti nel Roero” è stato impostato nel 2017 da un pool di professionisti, avente come referente l’arch. Silvana Pellerino. Avviato nel 2018, con un contributo concesso dalla Fondazione bancaria CRC, si avvale della collaborazione dell’Ecomuseo delle Rocche del Roero, della Sezione albese di “Italia Nostra” e del collettivo di comunicazione “Treevision” di Torino. È patrocinato da otto Comuni roerini (Castagnito, Castellinaldo d’Alba, Ceresole d’Alba, Guarene, Magliano Alfieri, Santa Vittoria d’Alba, Santo Stefano Roero, Vezza d’Alba) dove sono ubicati i cicli di antichi affreschi (rispettivamente databili dal XV al XVIII secolo) che costituiscono la tematica basilare del progetto in questione.

Nell’ambito delle diverse operazioni in atto, sono ora previste due conferenze pubbliche ad Alba nella sede di “Italia Nostra” (via Vivaro, n. 2), entrambe dalle ore 21 alle 23. Riferite alle finalità di documentare visivamente, valorizzare e promuovere la conoscenza di tali testimonianze artistiche, le conferenze sono impostate con proiezioni d’immagini appositamente realizzate, specificamente illustrate dal prof. Walter Accigliaro, studioso d’arte roerina e Consigliere della Sezione albese di “Italia Nostra”.

Le due serate culturali sono preordinate, secondo il seguente calendario, con rispettive tematiche preordinate in senso cronologico:

-       martedì 19 Marzo, ore 21

antichi affreschi (secoli XV e XVI) a Vezza d’Alba, Santa Vittoria d’Alba, Castellinaldo d’Alba e Ceresole d’Alba;

-       martedì 26 Marzo, ore 21

antichi affreschi (secolo XVIII) a Castagnito, Santo Stefano Roero, Guarene e Magliano Alfieri.

Entrambe le conferenze sono previste ad ingresso libero. È consentito il rilascio di un attestato di partecipazione a tutti coloro che ne faranno richiesta, soprattutto ai volontari che prenderanno parte attiva al progetto culturale, facendo da accompagnatori per i visitatori nei rispettivi edifici storico-artistici.  

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium