/ Eventi

Che tempo fa

Cerca nel web

Eventi | 12 marzo 2019, 17:10

Il Purgatorio dantesco va in scena a Montà declamato dall'attore Saulo Lucci

A partire da questa sera, martedì 12 marzo, sei serate in programma nella chiesa di San Michele

Saulo Lucci, da anni porta sul palco l'intrattenimento letterario dedicato alla Divina Commedia

Saulo Lucci, da anni porta sul palco l'intrattenimento letterario dedicato alla Divina Commedia

Spiegato, declamato e musicato dal vivo dal poliedrico attore-musicista Saulo Lucci, che da anni porta sul palco con grande successo l'intrattenimento letterario dedicato alla Divina Commedia, dopo due stagioni dedicate all’Inferno e la prima parte del Purgatorio andata in scena nell’autunno-inverno scorso torna lo spettacolo dantesco con la seconda stagione del Purgatorio di Dante "Poorgateu. La Dolce Cantica".

Sei serate, organizzate dal Comune di Montà d'Alba insieme all'Ecomuseo delle Rocche del Roero, a partire da questa sera, martedì 12 marzo alle ore 21, nella chiesa di San Michele, con spettacoli fino al 16 aprile prossimo:

12 marzo - Canto XXIX - XX - XXI - Quinta cornice  - Avari e Prodighi
19 marzo - Canto XXII - XXIII - XXIV - Sesta cornice - I Golosi
26 marzo - Canto XXV - XXVI - XXVII - Settima cornice - I Lussuriosi
2 aprile - Canto XXVIII - XXIX - Il Giardino dell'Eden
9 aprile - Canto XXX - XXXI - Il Giardino dell'Eden
16 aprile - Canto XXXII - XXXIII - Il Giardino dell'Eden

Ogni serata prevede la narrazione di due canti del Purgatorio, musicato e declamato a memoria in uno spettacolo dal vivo unico e affascinante. Per ogni canto, vengono messe in luce le fonti letterarie e storiche, ma anche le cronache dell'epoca e i pettegolezzi da cui Dante ha tratto ispirazione. L'attore-musicista Saulo Lucci oltre alla sua coinvolgente narrazione, condurrà il pubblico attraverso il monte inventato da Dante, addolcendo la salita con brani musicali dal vivo (voce e chitarra) appartenenti al repertorio pop-rock internazionale e italiano.

POORGATEAU- LA DOLCE CANTICA

La seconda cantica è delle tre la più bella… come le altre due del resto” (V. Sermonti)

Attraverso una rigorosa ricerca, Saulo Lucci, sviscera le terzine e i personaggi racchiusi nella Divina Commedia, la situazione storica e le pene tanto mirabilmente dipinte, così come il pensiero dantesco, dando nuova vita ad una delle opere caposaldo della letteratura italiana, per riconsegnare agli spettatori la bellezza di una commedia che merita più di ogni altra mai scritta l’attributo di “Divina”.
Nell’unità di quella grande opera che è la Divina Commedia, il Purgatorio occupa la parte centrale e fa quindi, da via di mezzo tra la brutalità di colpe e pene in cui sono dipinti i dannati e la somma spiritualità dei beati. Ci troviamo davanti alla cantica più umana, quella che più di tutte è specchio delle nostre debolezze di fronte alla fatica che una scalata comporta.
Rispetto all’Inferno, il paesaggio cambia di colpo fin dai primi versi del primo canto, in cui una dolce musicalità svela fin da subito la nuova tonalità del secondo regno. È la più originale invenzione dantesca, nessuno prima di lui, aveva tentato una così minuziosa organizzazione del Purgatorio, sul quale i mistici e i sapienti discutevano anche solo per accordarsi sulla collocazione geografica. La salita sarà divisa in 14 tappe, dall’Antipurgatorio al Giardino dell’Eden passando dalle sette cornici dei vizi capitali.

Ulteriori informazioni: www.ecomuseodellerocche.it
Costo dei biglietti singoli per la serata: 7 euro.

Tiziana Fantino

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium