/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 12 marzo 2019, 20:01

Dai voti di 3.700 lettori in erba i vincitori del concorso nazionale "Il Gigante delle Langhe" (VIDEO)

A Cortemilia la cerimonia di premiazione della 17ª edizione. Stefano Amato ed Emanuela Da Ros si aggiudicano la sezione "Narrativa per ragazzi". Premio per l’illustrazione ad Alice Barebini. Nei racconti inediti vince Sara Biestro, allieva della Primaria di Monesiglio

Foto di gruppo per vincitori e giuria di qualità della 17ª edizione

Foto di gruppo per vincitori e giuria di qualità della 17ª edizione

Dopo la prima selezione operata dalla giuria di qualità sono stati i voti espressi dalla bellezza di 3.700 lettori in erba, studenti dagli 8 ai 14 anni provenienti da tutta Italia, dalla Sicilia al Trentino, e dall’estero (con la Bielorussia ultima arrivata in una serie di nuovi ingressi ormai numerosa) a decretare i vincitori dell’edizione 2019 del "Gigante delle Langhe", concorso nazionale dedicato alla narrativa e alle illustrazioni per ragazzi nato a Cortemilia nel 2002 e che sempre nel centro langarolo questa mattina ha visto celebrare l’atto conclusivo della sua 17ª edizione.

Ad aggiudicarsi il premio nella sezione Narrativa sono stati Stefano Amato con "Davide e il mistero Qwerty" (categoria Infanzia 8-10 anni) ed Emanuela Da Ros con "Bulle da morire" (categoria Adolescenza 11-14 anni), che hanno raccolto rispettivamente 935 e 1.193 voti.



La sezione di inediti “Racconti dei bambini”, riservata agli studenti e quest’anno dedicata al tema "Cosa accade di notte sulle colline", ha invece visto primeggiare Sara Biestro, allieva della Scuola Primaria di Monesiglio e autrice de "La stellina", davanti a Simona Troia (Scuola Primaria di Monesiglio con "Una notte magica"), mentre la terza piazza è stata appannaggio di Kristian Campora e Cristiano Ghignone, della Scuola Elementare di Monastero Bormida, con "Di notte sulle colline".

In ultimo il premio per l’illustrazione, intitolato alla memoria di Emanuele Luzzati, primo presidente della giuria dedicata ora guidata da Cinzia Ghigliano: è andato ad Alice Barebini col volume "Hamelin, la città del silenzio", le cui tavole sono peraltro oggetto di una mostra allestita in questi giorni presso la biblioteca cortemiliese nata proprio grazie al concorso nazionale.

La cerimonia di premiazione si è tenuta questa mattina, martedì 12 marzo, nell’abituale sede del nuovo teatro comunale di Cortemilia, alla presenza di numerose autorità locali, con in testa il sindaco Roberto Bodrito, e della giuria di qualità presieduta dal direttore della Biblioteca Internazionale per Ragazzi "De Amicis" di Genova Francesco Langella e composta anche dal critico letterario Rosella Picech, dal direttore di "Famiglia Cristiana" don Antonio Rizzolo e dalla giornalista e cofondatrice del premio Valeria Pelle.

Ezio Massucco

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium