/ Al Direttore

Che tempo fa

Cerca nel web

Al Direttore | 09 marzo 2019, 14:43

Eccellenze piemontesi al Parlamento Europeo per "Made in Piemonte"

Riceviamo e pubblichiamo

Eccellenze piemontesi al Parlamento Europeo per "Made in Piemonte"

Gentile Direttore,

il 6 marzo ho partecipato all’evento Made in Piemonte che si è svolto presso il Parlamento Europeo di Bruxelles. Le eccellenze Piemontesi approdano al Parlamento Europeo, questo il messaggio che la nostra Europarlamentare Tiziana Beghin ha voluto lanciare nell’organizzare questa iniziativa che ho in parte contribuito a realizzare in collaborazione con il suo staff.

La prima parte della giornata è stata dedicata a una tavola rotonda presso il Parlamento europeo, suddivisa in due panel: nel primo sono intervenuti Roberto Moncalvo, presidente di Coldiretti Piemonte, Tino Cornaglia, presidente di Banca d’Alba, e Roberto Berruti, responsabile delle politiche agricole della Rappresentanza Permanente d’Italia presso l’UE.

La discussione si è sviluppata sul ruolo che istituzioni, enti e imprenditori possono recitare per la promozione e l’internazionalizzazione del brand “Piemonte”.

Nella seconda sessione, invece, lo spazio è stato riservato a Roberta Ceretto, dell’omonima azienda vinicola, Mattia Fiorindo, di FIMA Carlo Frattini, e Sergio Capaldo, presidente del Consorzio di Allevatori “La Granda”: tre case history di successo che hanno fatto conoscere al mondo intero il nome del Piemonte, e che sono state supportate dai dati forniti dal Prof. Florindo Carniato dell’Università di Pavia.

Era da tempo che Tiziana Beghin aveva in mente questa giornata a cui si è molto lavorato, da un lato per raccontare agli operatori le azioni fatte dal Parlamento europeo per aiutare le eccellenze del nostro territorio e proteggerle da squilibri determinati da eccessive importazioni, come nel caso notissimo del riso; dall'altro per raccogliere informazioni da chi oggi sta già vivendo l'internazionalizzazione, e può essere da sprone per altri imprenditori. In un’era in cui la globalizzazione ha reso la concorrenza sempre più spietata, ha spiegato l’Europarlamentare, "ritengo fondamentale arrivare a un lavoro di grande convergenza nelle filiere dei diversi settori per promuovere fuori dall’Italia un’identità forte del Piemonte, creando un brand che sia immediatamente riconoscibile nel mondo".

A seguire, si è tenuto un cocktail presso la sede della Regione Piemonte con degustazione di prelibatezze locali ed esposizione di prodotti d’alto artigianato. Le aziende che hanno portato le loro eccellenze a Bruxelles sono: Ceretto, La Granda, Marenco Vini, Mezza - Diqui, By Bagnod e Mandrile Melis per il settore enogastronomico, e Manifattura Domodossola, Mediterraneo Jewels e FIMA Carlo Frattini per quello manifatturiero.

Grazie,

Ivano Martinetti - M5S Alba

comunicato stampa

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium