/ Agricoltura

Che tempo fa

Cerca nel web

Agricoltura | 08 marzo 2019, 08:00

Agricoltura, Bergesio (Lega): "Diventa realtà l'obbligo di etichettatura, per salvaguardare consumatori e produttori del made in Italy" (VIDEO)

Il senatore fossanese: "La nostra è un'azione condivisa per tutelare le oltre 750 mila imprese agricole del Paese e le oltre 71 mila imprese che lavorano nell'alimentare e nella trasformazione dei prodotti alimentari"

La conferenza stampa di ieri a Palazzo Madama

La conferenza stampa di ieri a Palazzo Madama

"L'etichettatura obbligatoria è una nostra storica battaglia che finalmente diventa realtà, grazie al ministro Gian Marco Centinaio, al governo e alla maggioranza.

La nostra è un'azione condivisa per tutelare le oltre 750 mila imprese agricole del Paese e le oltre 71 mila imprese che lavorano nell'alimentare e nella trasformazione dei prodotti alimentari.

Un dato che rappresenta il 10% del Pil e che incide sull'export del nostro Paese. Identificare correttamente il prodotto italiano serve a dare maggior vigore alla parte iniziale della filiera, dove oggi c'è uno squilibrio di utili nei riguardi dei produttori, e fa sì che il consumatore, che nutre interesse verso il made in Italy, possa scegliere liberamente e senza diciture ingannevoli.

Se diamo maggior valore all'inizio della filiera, riusciamo a invertire la rotta della decrescita delle aziende agricole, che nel 2017 ha visto oltre 200 imprese di piccole dimensioni chiudere i battenti.

Il percorso dell'etichettatura è il metodo giusto, perché diventa forza trainante di un valore aggiunto che verrà dato al prodotto nella fase finale, fornendo le opportune garanzie di salubrità nella preparazione al consumatore, per il quale il prodotto italiano significa un prodotto sano, buono e genuino.

L'agroalimentare è anche un forte importatore, con oltre 40 miliardi di euro l'anno di import: con l'identificazione corretta si aiuterà anche l'industria della trasformazione, con il prodotto italiano vero e quello importato correttamente.

Il consumatore italiano consuma circa 160 miliardi di euro l'anno nell'agroalimentare, ci sono ampi spazi di crescita e noi desideriamo far crescere questo settore, con risposte concrete per difendere i produttori veri, la salvaguardia dell'ambiente, l'aspetto sociale legato ad agricoltori e piccoli produttori, salvaguardando anche le identificazioni geografiche protette, 850 nel nostro Paese, 295 nel food e 293 nel wine, riconosciute in tutto il mondo".

Lo ha dichiarato Giorgio Maria Bergesio, senatore della Lega, capogruppo Lega nella Commissione Agricoltura del Senato, ieri (giovedì) a Palazzo Madama nella conferenza stampa di presentazione delle nuove norme sull'etichettatura obbligatoria, assieme al Ministro dell'Agricoltura Gian Marco Centinaio e ai senatori della Lega Gianpaolo Vallardi (presidente Commissione Agricoltura del Senato) e Paolo Ripamonti.

comunicato stampa

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium