/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | 07 marzo 2019, 14:23

Litiga con la compagna e si mette alla guida ubriaco: condannato a nove mesi di arresto

L’automobilista era stato fermato dagli stessi carabinieri che erano intervenuti per sedare la lite due ore prima

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Era l’una di notte del 14 giugno 2016 quando i carabinieri erano intervenuti presso una famiglia di Dronero. Durante una violenta lite un uomo di nazionalità rumena, ubriaco, aveva picchiato la compagna davanti ai figli. La donna lo aveva già denunciato in precedenza per maltrattamenti. I militari erano riusciti a riportare la calma e avevano lasciato l’abitazione.

Circa due ore più tardi, nel corso di un normale controllo in via Savona a Cuneo, la stessa pattuglia fermò una Wolksvagen Golf. Alla guida c’era lo stesso uomo che aveva avuto il litigio con la compagna, ancora più ubriaco. I militari gli chiesero se volesse farsi assistere da un avvocato e al suo diniego, lo portarono in caserma. Il tasso alcolemico misurato risultò molto alto.

Oggi il tribunale di Cuneo ha condannato per guida in stato d’ebbrezza l’automobilista a 9 mesi di arresto e 3.000 euro di multa, con la sospensione della patente per un anno. L’imputato, con un vecchio precedente per rapina, aveva già ottenuto la misura alternativa della messa alla prova, ma non si era mai presentato.

A parziale discolpa dell’imputato, il difensore ha spiegato che nelle more del procedimento per maltrattamenti la coppia si era riappacificata, ma la sera della discussione i due erano finiti per litigare nuovamente a proposito dei bambini.

Monica Bruna

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium