Elezioni regionali

Elezioni comune di Alba

 / Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 08 febbraio 2019, 15:37

Sul Treno della Memoria: ben 250 gli studenti albesi in viaggio verso i luoghi dell’Olocausto

In viaggio in queste ore verso la Polonia la nutrita delegazione di allievi all’ultimo anno provenienti da praticamente tutti gli istituti superiori cittadini

Gli studenti del Liceo Artistico "Gallizio" stamattina alla partenza

Gli studenti del Liceo Artistico "Gallizio" stamattina alla partenza

Mentre scriviamo ha da poco superato Desenzano del Garda la carovana di pullman diretta al Brennero con a bordo gli 800 studenti, provenienti da diverse regioni italiane e accompagnati da circa 200 tra insegnanti e tutor, che hanno deciso di prendere parte a una nuova edizione de "Il treno della memoria", iniziativa che li porterà in Polonia a visitare alcuni dei luoghi divenutati simbolo dell’Olocausto.

Tra loro nutritissima la rappresentanza albese, con ben 250 studenti all’ultimo anno delle superiori che, provenienti da praticamente tutti gli istituti cittadini, hanno volontariamente deciso di approfittare dell’opportunità offerta loro dall’associazione di promozione sociale Deina per vedere con i propri occhi i luoghi sui quali si è consumato l’orrore della Shoah.

Questa mattina, prima della partenza, il gruppo di studenti si è ritrovato al Teatro Sociale, dove il sindaco Maurizio Marello, gli assessori comunali Fabio Tripaldi e Anna Chiara Cavallotto e i dirigenti scolastici Paola Boggetto (Liceo "Da Vinci") e Luciano Marengo (Licei "Cocito", "Govone" e "Gallizio") hanno rinnovato loro l’invito a vivere questo viaggio come un’esperienza di conoscenza e riflessione, sulle orme del percorso iniziato già da mesi con la serie di incontri tenuti nelle singole scuole con i tutor dell’associazione.

Attesi al Brennero in serata, i partecipanti al viaggio saliranno sul treno austriaco che per la mattinata di domani li porterà a Cracovia. Nella cittadina polacca visiteranno l’ex ghetto ebraico e la celebre fabbrica di Oskar Schindler – oggi sede di un allestimento museale molto ricco e suggestivo –, ripercorrendo il percorso compiuto dai deportati fino ai lager di Auschwitz e Birkenau, meta di visita del quarto e più impegnativo giorno del viaggio.

Seguirà una giornata di impegno e riflessione tramite laboratori di gruppo e un’assemblea plenaria dei partecipanti, prima del ritorno atteso per giovedì prossimo.

"Un’esperienza importante, verso la quale l’interesse dei ragazzi è cresciuto negli annila descrive Marina Pepino, docente del Liceo Artistico "Gallizio" che vi sta prendendo parte in veste di accompagnatrice –. Negli anni scorsi la partecipazione albese al 'Treno della Memoria' era limitata a una settantina di studenti, mentre ora abbiamo classi intere, come ad esempio una nostra quinta, che hanno rinunciato a un viaggio di istruzione verso più convenzionali mete europee per poter prendere parte a un’esperienza di gruppo che non potrà che arricchirli, culturalmente e umanamente".

Ezio Massucco

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium