Elezioni regionali

Elezioni comune di Alba

 / Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | 07 febbraio 2019, 10:03

La sfida sul mercato australiano diventa una corsa a due: l’albese Ferrero resta in campo contro il colosso Mondelez

Prosegue la trattativa per l’acquisizione degli asset esteri del gruppo Usa Campbell’s. Kraft Heinz sembra fuori dai giochi, ma per aggiudicarsi i biscotti Arnott’s la multinazionale della Nutella dovrà vincere la concorrenza di un gigante da 100mila dipendenti

Le insegne dello stabilimento Ferrero di Alba

Le insegne dello stabilimento Ferrero di Alba

Si sarebbe ridotta a un testa a testa fra il gruppo Mondelez e l’italiana Ferrero la sfida tra big mondiali dell’alimentare per aggiudicarsi gli asset internazionali del gruppo statunitense Campbell’s, tra i quali i biscotti australiani Arnott’s.

A riferirlo il quotidiano "The Australian", che in un’indiscrezione ripresa da "Il Sole-24Ore" dà conto di come, rispetto alle scorse settimane, la trattativa avrebbe perso uno dei suoi competitori più accreditati, la statunitense Kraft Heinz, quinta multinazionale al mondo del settore alimentare, uscita dall’asta in corso da alcuni mesi per aggiudicarsi l’azienda fondata nel 1847 a Morpeth, nel New South Wales, oggi una delle maggiori realtà sul mercato dolciario del continente australiano.

Secondo "The Australian" in questo momento la parte di favorita nella trattativa la giocherebbe Mondelez International, gruppo Usa nato nel 2012 dallo "spin off" degli snack e dolciumi prima ricadenti nell’organigramma della Kraft Foods. Un colosso attivo in 80 Paesi, quotato al Nasdaq, forte di un organico da 100mila dipendenti e di un fatturato da 25,9 miliardi di dollari, realizzato grazie a marchi conosciuti in tutto il mondo: da Cipster a Fonzies, da Mikado, a Philadelphia, Oreo, Halls, Yonkers, Milka, Trident e Toblerone, insieme agli italiani Fattorie Osella, Saiwa, Hag e Splendid. Insomma, una realtà di grande peso e ben conosciuta dalle parti di Alba anche nella sua veste di secondo produttore mondiale di cioccolato davanti proprio a Ferrero.

 

IL GRUPPO ALBESE PRESENTE IN AUSTRALIA DA 45 ANNI

"Il secondo round delle offerte è atteso nelle prossime settimane", riferisce "Il Sole", decisive quindi per capire se la multinazionale della Nutella riuscirà a mangiarsi i biscotti australiani, ampliando così la sua offerta in un mercato nel quale è presente ormai da ben 45 anni: dal 1974 con l’apertura di un primo ufficio commerciale a Sydney, dal 1977 con lo stabilimento insediato nella cittadina di Lithgow, dove tuttora produce Nutella e Tic Tac grazie a una forza lavoro di 195 dipendenti.

Decisamente più recente, del 2011, la costituzione della Agri Australis Pty Ltd, azienda agricola dimostrativa ad ampia scala che Ferrero ha realizzato presso la cittadina di Narrandera per promuovere la produzione di nocciole in quella regione. L’azienda comprende 2.600 ettari di terreno, 2.000 dei quali adatti alla coltivazione del pregiato frutto, fondamentale per le sue produzioni. L'obiettivo di Ferrero al momento dell’insediamento era quello di piantare un milione di alberi entro la fine dell'esercizio 2016/2017, col primo raccolto previsto per aprile 2018 e la piena produttività entro il 2022: un risultato che, grazie alla fornitura contro-stagione dall'Australia, garantirebbe al gruppo la possibilità di avere a disposizione nocciole fresche tutto l'anno.

Ezio Massucco

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium