/ Santo Stefano Belbo

Santo Stefano Belbo | 19 gennaio 2019, 18:05

Innovazione "green" nella gestione del vigneto, a Santo Stefano Belbo si illustra il sistema delle "capannine" meteo

Rilevamenti climatici fruibili on line per ridurre i trattamenti fitosanitari. Martedì un incontro tecnico rivolto agli addetti ai lavori

Le stazioni meteo installate sul territorio comunale: presto diventeranno cinque

Le stazioni meteo installate sul territorio comunale: presto diventeranno cinque

Una rete di stazioni per il rilevamento preciso e costante dei dati meteo-climatici del territorio comunale, utile a per fornire indicazioni precise sul verificarsi delle condizioni favorevoli allo sviluppo di agenti patogeni nei vigneti (oidio, peronospora, botrite) e sul rischio d’infezioni in relazione allo stadio fenologico osservato.

E’ quanto il Comune di Santo Stefano Belbo ha realizzato nei mesi scorsi con la posa delle cosiddette "capannine meteorologiche": un sistema di stazioni di rilevamento (oggi sul territorio comunale sono tre, ma presto diventeranno cinque, con l’aggiunta di quelle di Camo e Valdivilla) in grado di fornire ai viticoltori del paese una serie di dati utili a meglio valutare necessità e tempistiche dei trattamenti fitosanitari.

In pratica, gruppi di sensori di nuova generazione posati in vari vigneti, tra i filari, a diverse quote altimetriche, rilevano i parametri microclimatici che effettivamente la vite percepisce in ogni momento. I dati, aggiornati ogni 15 minuti, vengono inviati via Internet a un centro di raccolta, dove un software dedicato li analizza, li elabora, restituendo analisi probabilistiche su rischi e necessità di trattamenti. Il contadino, da qualsiasi computer o dispositivo mobile (smartphone, tablet), può visualizzare i dati grezzi ed è possibile anche scaricare un’applicazione specifica che dà risposte chiare e immediate sulla percentuale di probabilità di avere un attacco patogeno e sul periodo preciso in cui effettuare il trattamento fitosanitario.

L’obiettivo è ovviamente di razionalizzare al massimo la frequenza di interventi con prodotti di sintesi, con facilmente comprensibili vantaggi in termini economici per gli stessi viticoltori, ma anche ambientali e di salute pubblica per la collettività.

Come detto, il progetto "Field Climate", avviato in collaborazione con le principali associazioni agricole, contempla anche la possibilità di "leggere" i dati attraverso l’ausilio di una apposita "app" scaricabile e consultabile da Pc o mobile.
Per illustrare il funzionamento delle capannine meteorologiche e del sistema telematico a supporto di questo innovativo strumento messo a disposizione degli agricoltori il Comune di Santo Stefano Belbo ha organizzato un apposito incontro tecnico, in programma per martedì 22 gennaio, alle ore 17.30 presso il salone polifunzionale di via Bruno Caccia.

Al convegno sono previsti gli interventi del dottor Federico Spanna, funzionario del Settore Fitosanitario e Servizi Tecnici Scientifici della Regione Piemonte (sul tema "Dati e strumenti agrometeorologici a supporto della produzione integrata e biologica in agricoltura") e del dottor Andrea Lari, che illustrerà invece i dettagli di utilizzo delle capannine nell’ambito del vigneto e della relativa applicazione.  

“Il progetto
– spiega il sindaco santostefanese Luigi Genesio Icardi fortemente voluto dal nostro assessore all’agricoltura Francesco Bocchino, avrà una durata di 8 anni, rinnovabili, e il costo per il Comune sarà di 3.500 euro l’anno, comprensivi di noleggio, manutenzione, gestione impianti, programmi e ogni altro onere. Sono certamente soldi ben spesi, che aiuteranno i nostri viticoltori nel loro lavoro e porteranno vantaggi a tutta la comunità santostefanese sotto il profilo ambientale e di tutela della salute pubblica mentre, attraverso il monitoraggio delle quantità di pioggia cadute sui versanti collinari, permetteranno anche di valutare meglio i rischi di dissesto idro-geologico”.

Ezio Massucco

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium