/ Attualità

Che tempo fa

Cerca nel web

Attualità | mercoledì 05 dicembre 2018, 19:00

Il tartufo albese più conveniente che mai protagonista sulle pagine del Wall Street Journal

L’edizione on line di uno dei quotidiani più diffusi al mondo racconta al suo milione di abbonati l’eccezionale stagione del Bianco d’Alba

Una foto dall'Asta Mondiale del Tartufo illustra il titolo in testa al servizio del Wsj

Una foto dall'Asta Mondiale del Tartufo illustra il titolo in testa al servizio del Wsj

"Gioia per i gourmet: il prezzo del tartufo bianco crolla! Prezzi scesi ai livelli più bassi degli ultimi dieci anni grazie all'eccezionale raccolto favorito dalle piogge autunnali".
Sotto a questo titolo non compare l’ennesimo articolo impegnato a raccontarci quanto, in questo piovoso autunno, ordinare pregiato tartufo alla tavola di uno dei centinaia di ottimi ristoranti di Langhe, Roero e Monferrato sia esercizio alla portata di tutti – o quasi – i portafogli.
Soprattutto perché a raccontarlo ai suoi lettori non è l’ultimo dei fogli di provincia, ma nientemeno che l’edizione on line del "Wall Street Journal", il quotidiano economico forse più noto al mondo, fondato nel distretto finanziario della Grande Mela nel 1889, dal 2007 entrato a far parte della grande famiglia dell’informazione targata News Corp, il colosso dei media di proprietà del magnate australiano delle Tv (Sky, Fox) Rupert Murdoch.
Vincitore per 29 volte del prestigioso premio Pulitzer, con 2 milioni di copie stampate il Wsj è il primo quotidiano per diffusione degli Stati Uniti e uno dei più distribuiti al mondo, grazie anche a edizioni locali che lo rilanciano in Europa (80mila copie) e in Asia.
La sua edizione on line conta 1 milione di abbonati, ed è proprio sulla piattaforma digitale che con data 1° dicembre la sezione "Life e arts" ha raccontato con un ampio servizio firmato da Eric Sylvers la stagione del tartufo albese nell’annata che viene segnalata come una delle più abbordabili dell’ultimo decennio dal punto di vista dei prezzi.
Con dovizia di particolari e le testimonianze del trifolo Maurizio Grazioso e di Paolo Stacchini, tra i "giudici di qualità" al Mercato Mondiale del Tartufo che da pochi giorni ha chiuso i suoi battenti nel cortile della Maddalena ad Alba, si svelano non tanto i segreti di quello che universalmente viene vissuto e percepito come un affascinante mondo tutto scoprire, ma proprio l’eccezionale dinamica di prezzi che, complice un meteo particolarmente favorevole, ha interessato il mercato di questa rarità da appassionati da Alba a New York, passando per Hong Kong.

In questo senso colpisce il parallelo giocato tra la capitale delle Langhe e la metropoli Usa, dove una grattata da 10 grammi consumata al "Del Posto", il ristorante stellato aperto da Joseph e Lidia Bastianich insieme a Mario Batali (quest’ultimo avvistato in questi giorni nelle Langhe insieme a The Edge degli U2") in queste settimane costa "solo" 190 dollari, contro i 240 dollari dello scorso anno. Al cambio odierno, circa 16.700 euro al kg contro i 21.100 euro di dodici mesi fa.

Per chi volesse leggerlo, qui il servizio targato Wsj.

Ezio Massucco

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore