/ Agricoltura

Che tempo fa

Cerca nel web

Agricoltura | venerdì 30 novembre 2018, 07:45

La Spesa in Campagna della Cia festeggia i dieci anni di presenza sul territorio (FOTO)

Nella “Granda” sono più di 200 i produttori agricoli aderenti al circuito. Si può acquistare in azienda, durante alcune importanti manifestazioni e al mercato contadino di piazza Biancani nel quartiere San Paolo di Cuneo. Ma anche on line. Ne abbiamo parlato con il presidente provinciale di Cia, Claudio Conterno

L'isola verde dei produttori Cia di Cuneo della "Spesa in Campagna" a una manifestazione

L'isola verde dei produttori Cia di Cuneo della "Spesa in Campagna" a una manifestazione

Il marchio “La Spesa in Campagna” è stato registrato, a livello nazionale, dalla Confederazione Italiana Agricoltori (Cia) nel 2008. Lasciando, poi, la libertà alle associazioni provinciali di organizzare l’iniziativa sui loro territori. Qualche anno dopo, raccogliendo suggerimenti e riflessioni, la stessa Cia nazionale ha iniziato il lavoro di raccordo e di coordinamento, che continua tuttora, dell’attività svolta localmente. Adesso il circuito è presente in tutta Italia con la sede nazionale a Roma e quelle regionali e provinciali.

A distanza di dieci anni abbiamo tracciato un bilancio del progetto in provincia di Cuneo con il presidente Cia della “Granda”, Claudio Conterno. “L’attività di vendita diretta da parte degli agricoltori - afferma Conterno - è sempre stato uno degli elementi più incisivi e importanti della nostra economia rurale. La Cia di Cuneo ha strutturato le attività delle proprie aziende associate attraverso “La Spesa in Campagna” per valorizzare i territori, la filiera corta e la qualità degli alimenti”.

Quali sono gli obiettivi del percorso? “Favorire le relazioni dirette tra imprenditori del settore e consumatori, far conoscere la storia degli alimenti di qualità, le persone che li hanno prodotti e i campi di origine, dare la possibilità di ammirare i territori dai quali provengono e garantire prezzi giusti che tengano conto solo dei processi di coltivazione o di allevamento e non dei passaggi intermedi della filiera”.  

IL PROGETTO IN PROVINCIA DI CUNEO

Gli associati Cia in provincia di Cuneo aderenti a “La Spesa in Campagna” sono più di duecento e rappresentano tutti i comparti tipici: vino; castagne; nocciole; formaggi; carne; latte; frutta; verdura e altro ancora. Solo ad Alba sono centoquaranta le aziende che fanno parte del progetto, con una produzione dedicata quasi esclusivamente al settore vitivinicolo.

Le strutture del circuito rispettano regole precise e severe. E’ prevista anche la disponibilità a sottoporsi a verifiche le quali, secondo i principi del controllo partecipato, sono aperte ai rappresentanti delle associazioni dei consumatori. I prodotti si possono acquistare utilizzando diverse modalità. Il punto vendita in azienda permette di conoscere da vicino l’imprenditore, l’attività agricola svolta, le tecniche di coltivazione delle colture e di allevamento degli animali, le tradizioni contadine. Inoltre, consente di assaporare il paesaggio agrario circostante e le bellezze naturali e artistiche proposte da quella zona. “Questo - spiega Conterno - è l’elemento caratterizzante del progetto: mettere a disposizione del cliente non solo il prodotto in sé, ma il valore del processo di coltivazione o di allevamento, la storia del territorio e la cultura rurale ad essa collegata”.

Per conoscere le aziende associate basta collegarsi al sito www.ciacuneo.org

C’è poi la vendita diretta a MerCu in piazza Biancani nel quartiere San Paolo di Cuneo: il mercato contadino inaugurato lo scorso mese di giugno e al quale sono presenti in modo fisso alcuni imprenditori di Cia. Infine, si possono acquistare i prodotti della “Spesa in Campagna”  attraverso le fiere e le manifestazioni allestite direttamente o con la partecipazione dell’organizzazione agricola. Tra queste nella provincia “Granda” ci sono: la Fiera Nazionale del Marrone e la Mostra Regionale Ortofrutticola di San Sereno a Cuneo; la Fiera Internazionale del Tartufo di Alba; la Fiera di Primavera a Mondovì; Anduma e Tas-Tuma a Murazzano. Poi, Collisioni: il prestigioso evento internazionale a Barolo di cui Cia è partner istituzionale. A quest’ultimo Festival agri-rock estivo di letteratura e musica sono sempre stati presentati i migliori vini delle aziende del circuito con le relative degustazioni. Nell’edizione 2018 i confini delle proposte produttive si sono allargati a carne, nocciole, aglio con la sua crema e la birra artigianale. Le isole delle eccellenze agricole  di “Spesa in Campagna” sono riconoscibili dagli stand verdi con il marchio Cia.  

LA VENDITA ON LINE

La Cia offre anche soluzioni innovative per comperare i prodotti del territorio senza doversi recare in azienda. Come la vendita su Internet collegandosi al sito laspesaincampagna.it

Su questa piattaforma si può procedere all’acquisto on line con la consegna a casa dei prodotti scelti. Il tutto, però, sempre con la massima trasparenza sulle condizioni commerciali, di spedizione e dei tempi di consegna. E secondo gli standard di sicurezza garantiti dalle più avanzate tecnologie moderne. Il valore aggiunto è dato dal fatto che si possono comprare i prodotti del proprio territorio, ma anche quelli delle altre province. Per farlo basta spuntare la voce del campo richiesto di selezione della zona desiderata. Inoltre, la ricerca è possibile attraverso la selezione di aziende specifiche o di singoli prodotti anche di un’area circoscritta inserendo la Regione, la Provincia, il Comune e addirittura il raggio di azione rispetto alla scelta indicata.    

“La Spesa in Campagna” è ormai una proposta bella e consolidata che offre una straordinaria passerella di produzioni agricole di qualità tutte da gustare.          

Sergio Peirone

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore