/ Attualità

Attualità | 23 novembre 2018, 17:45

"Città creative" d’Europa ospiti ad Alba nel weekend di chiusura dell'88ª Fiera del Tartufo

Domani e domenica gli ultimi momenti della manifestazione, che va in archivio con un inedito gemellaggio gastronomico nel segno dell’Unesco

"Città creative" d’Europa ospiti ad Alba nel weekend di chiusura dell'88ª Fiera del Tartufo

Si chiude così come si era aperta, nel segno dell’Unesco, l’edizione numero 88 della "Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba".

Se lo scorso 8 ottobre Comune ed Ente Fiera avevano invitato sul palco del Teatro Sociale i municipi italiani che possono fregiarsi del riconoscimento di "Città creative Unesco", nel weekend che chiuderà ufficialmente le 8 settimane della manifestazione la Città di Alba accoglierà sotto le cento torri una selezione di città creative europee, per far conoscere loro la realtà albese e la destinazione Langhe Roero.

Partner di "Creative Cities", il network Unesco che dal 2004 riunisce le 180 città nel mondo che hanno fatto della creatività il motore del loro sviluppo economico, Alba è Città Creativa della gastronomia e ospiterà in questa occasione Graz, Austria (City of Design), Bergen, Norvegia (City of Gastronomy), Östersund, Svezia (City of Gastronomy), Obidos, Portogallo (City of Literature), Parma, Italia (City of Gastronomy) per gettare le basi per future collaborazioni su progetti trasversali, legati ai differenti ambiti di interesse.
Assenti giustificate le città creative di Limoges (Francia), Galway (Irlanda) e Burgos (Spagna), attivamente coinvolte nel progetto e con le quali Alba ha già instaurato un rapporto di collaborazione.

Domani, sabato 24 novembre, nella Sala Consiglio “Teodoro Bubbio” del Palazzo comunale di Alba, si terrà il workshop “Contaminazioni Creative” per la presentazione di progetti, sviluppi di possibili collaborazioni, analisi di buone pratiche, nell’ottica di una think tank per il futuro che faccia della creatività, vista a tutto tondo, il motore della crescita non solo di una città, ma di un intero territorio.

Dopo il workshop, i delegati delle Città Creative avranno modo di conoscere più da vicino la città e il suo modello attraverso una visita alla Fiera Internazionale del Tartufo Bianco, delle importanti mostre temporanee e delle permanenti del Sistema Museale Albese e Alba Sotterranea.

Alle ore 17.30 per tutto il pubblico - a ingresso libero fino ad esaurimento posti - gli spazi dell’Alba Truffle Show in Sala Beppe Fenoglio ospiteranno “Creative Foodies Moment”: lo chef Luciano Tona, direttore Accademia Bocuse d’Or Italia, sarà protagonista di uno show cooking nel quale presenterà uno speciale piatto della tradizione locale abbinato a ingredienti delle città presenti, mentre i delegati - direttamente coinvolti dallo chef nella creazione dei piatti - avranno occasione di presentare le loro città e i progetti che le vedono coinvolte.

"La dimensione internazionale del network Creative City Unesco – spiega l’assessore alla Cultura, Turismo e Manifestazioni del Comune di Alba Fabio Tripaldiarriva nella nostra città con la collaborazione delle altre città creative internazionali e di Parma con cui lavoriamo insieme dal 2015. Questo incontro ci darà modo di lavorare a progetti comuni a livello europeo e di presentare a questi paesi il nostro territorio e la nostra ricchezza enogastronomica. È un piacere e un onore accoglierli ad Alba e soprattutto lavorare insieme in ambiti anche diversi dalla gastronomia".

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium