/ Attualità

Attualità | 23 novembre 2018, 09:50

Anche Bra grida “basta alla violenza sulle donne”. E non solo il 25 novembre

Doppio appuntamento in città per dire basta a una tragedia infinita

Anche sotto la Zizzola (qui in piazza Roma) le panchine dipinte di rosso contro la violenza di genere

Anche sotto la Zizzola (qui in piazza Roma) le panchine dipinte di rosso contro la violenza di genere

Il 25 novembre è diventata una data simbolo nella lotta contro la violenza sulle donne. A Bra alcune panchine sono state ridipinte di rosso, colore della passione e del sangue, a simboleggiare la lotta contro un atto barbaro e meschino.
Molto affascinante e suggestivo ciò che accadrà proprio domenica 25 in via Cavour. Tante sagome di donna di colore viola, il segno dei lividi, per un allestimento fortemente voluto dall’Amministrazione comunale, Consulta Pari Opportunità che, insieme all’Associazione “Mai + Sole”, ha inteso non far venir meno la voce della città nel giorno in cui il mondo si interroga sui troppi casi di soprusi che si registrano ogni anno.

Altrettanto coinvolgente l’evento organizzato al Movicentro (piazza Caduti di Nassiriya) dall’associazione “Rosso di Sera”. Sabato 24 novembre, a partire dalle ore 20, è infatti in programma un picnic di solidarietà in collaborazione con "Clown grandi cuori". L’organizzazione invita a partecipare, portando l’occorrente per apparecchiare tavola e cenare, effettuando la prenotazione tramite WhatsApp o Sms al numero 338/31.50.700 oppure scrivendo all’email rossodiserabra@gmail.com.
Una giuria premierà il tavolo meglio allestito. I 4Emotions allieteranno la serata realizzata col patrocinio del Comune di Bra.

Tutte iniziative rivolte a suscitare una riflessione nell’opinione pubblica, per dire basta a una tragedia infinita. Parlare di numeri, per quanto riguarda le vittime di violenza, sarebbe riduttivo. Qualunque esso sia è sicuramente troppo elevato, ecco perché c’è bisogno di sensibilizzare, soprattutto le giovani generazioni, non solo nei giorni che ruotano attorno al 25 novembre, ma tutto l’anno.


Silvia Gullino

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium