/ Eventi

Eventi | 17 novembre 2018, 17:02

Castagnito dice "grazie ai frutti della terra" raccolti durante l'anno

Domenica 18 novembre torna la festa del Ringraziamento, momento di festa e di preghiera che vede protagonista il mondo contadino e del lavoro con la sentita partecipazione di tutta la popolazione

Castagnito dice "grazie ai frutti della terra" raccolti durante l'anno

Dopo san Martino, torna anche quest'anno la festa del Ringraziamento a Castagnito, per dire grazie ai "frutti della terra" raccolti durante l'anno. Organizzata dai presidenti Coldiretti delle due sezioni di zona, Giovanni Allerino e Loris Massucco, vuole essere un momento di riflessione sui buoni propositi sui prodotti e sulle condizioni di lavoro non solo del mestiere del contadino, ma anche dell'artigiano e dell'operaio.

A questo proposito è in programma un dibattito sui problemi dell'agricoltura legato al cibo e al benessere delle persone e alla produzione agricola, sempre attenta al rispetto della natura con l'obiettivo di offrire prodotti genuini di alta qualità. 

Domenica 18 novembre, tutte le persone sono invitate a questo grande momento di festa e di preghiera che vede protagonista il mondo contadino e del lavoro con la sentita partecipazione di tutta la popolazione.

Il ritrovo è  alle ore 8.30 con il raduno presso il circolo Acli di san Giuseppe per l'allestimento della tradizionale bancarella dei prodotti agricoli. Alle ore 11 la Santa Messa: un omaggio agli agricoltori con letture e intenzioni ai frutti della terra. Mentre alle 12, nella nuova sede Casa San Giuseppe a Castagnito (inaugurata a la scorsa primavera), si terrà l'evento con la benedizione di frutta e verdura e la vendita ai presenti. In questo contesto le "Donne Impresa" offriranno un aperitivo preparato direttamente da loro. Seguirà la vendita di prodotti della terra, il cui ricavato andrà in beneficenza per l'acquisto di materiale didattico in uso alla scuola e all'asilo di Castagnito. 

Negli anni passati i proventi erano stati donati in Africa per l'acquisto e la posa di una pompa per estrarre l'acqua dal sottosuolo, ed anche alle popolazioni terremotate dell'Aquila.

In conclusione alle 13 l'appuntamento conviviale con il pranzo del Ringraziamento presso Casa san Giuseppe.

Tiziana Fantino

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium