/ Attualità

Attualità | 14 novembre 2018, 15:51

“8mani” stappa il suo Roero: palcoscenico in Fiera per il vino “sociale” di Progetto Emmaus

Il progetto enologico-solidale della cooperativa albese compie tre anni con alcune novità e importanti collaborazioni

L'enologo Lorenzo Tablino presenta il nuovo Roero Docg realizzato nell'ambito del progetto sociale "8mani"

L'enologo Lorenzo Tablino presenta il nuovo Roero Docg realizzato nell'ambito del progetto sociale "8mani"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo.

Accade spesso così. Accade che poi è “ballando che ti vien voglia di ballare”, accade che “ l’appetito vien mangiando”, accade che “strada facendo si fa la via”, e che quando sei dentro alle cose ci prendi gusto e cominci a lanciare il tuo sguardo oltre l’orizzonte mentale che fin li ti ha fatto da cornice e di colpo sei in un nuovo spazio fino ad allora inimmaginabile.
Accade perché la vita genera vita, accade perché la creatività porta un po’ più in la i riferimenti e accade soprattutto perché hai avuto coraggio.
Accade che senti il bisogno di essere ancora generativo e di approfittare ancora della fertilità roerina che, da ormai tre anni, da vita al nostro 8mani Docg Roero Arneis.

Accade così che arrivi in una domenica di novembre, all’interno della Fiera Internazionale del Tartufo d’Alba, a presentare il tuo nuovo spazio inimmaginabile: il nuovo Docg Roero 8mani 2016 da uve 100% nebbiolo, prodotto e curato con l’ormai consolidata collaborazione con SoloRoero.
Solo 432 bottiglie, un lancio sperimentale di un nobile vino che ha visto la luce dopo due anni di riposo e affinamento, e che risponde finalmente al desiderio di chi voleva un vino rosso accanto al primogenito Arneis.

Nella Sala Riolfo ad Alba, domenica 4 novembre, accompagnati dall’enologo Lorenzo Tablino, insieme ad amici e istituzioni, abbiamo potuto degustare il frutto di questo nuovo percorso.
L’emozione è la stessa che ci ha accompagnato la prima volta, quando timidamente e un po’ balbettanti presentammo il nostro primo vino, sicuramente poco consapevoli di ciò che stavamo facendo ma con un obiettivo ben preciso: portare sul nostro territorio e altrove un vino che fosse l’espressione delle relazioni e degli incontri prodotti all’interno del progetto, che coniugasse in sé le ricchezze e le fragilità della terra roerina e delle persone che la lavorano con amore.

E le novità legate ad 8mani non finiscono qua: da aprile stiamo collaborando con una quarta azienda, anch’essa del Roero. Siamo orgogliosi di poter annunciare che stiamo lavorando alla produzione di un Roero Arneis 2018 con l’azienda agricola Matteo Correggia. Abbiamo trovato nell’azienda persone con le stesse motivazioni, la stessa cura per il territorio e lo stesso amore per il vino che abbiamo trovato tre anni fa con SoloRoero. Porteremo i frutti di queste relazioni all’interno del vino che uscirà la prossima primavera.

La giornata è stata anche l’occasione per ringraziare tutti coloro che ci stanno accompagnando in questa esperienza (produttori, Fondazione Crt, istituzioni, Servizi, partecipanti, operatori, amici e tanti altri sostenitori) e per raccontare le esperienze che abbiamo incontrato strada facendo, come l’iniziativa ‘Sorsi Solidali Wine Tasting’ di Gorizia, in cui le storie di ‘vite’ si intrecciano generando vini di qualità e relazioni dall’alto valore sociale.

Accade così che “una storia tira l’altra” e che le persone che lavorano in 8mani abbiano ancora voce e voglia di narrare una storia che non è ancora stata scritta.
Accade.

Alessandro Milanesio
Progetto Emmaus, società cooperativa sociale onlus,
Alba

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium