/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | giovedì 08 novembre 2018, 16:35

Carcassa di capriolo sbranato rinvenuta a pochi metri dalle case delle “Piane superiori” di Paesana

Non si può attestare, con precisione, la matrice dell’attacco predatorio. L’episodio, però, riapre ancora una volta la diatriba sulla presenza di lupi e predatori sulle montagne, che da sempre spacca in due l’opinione pubblica

La carcassa rinvenuta alle Piane superiori di Paesana

La carcassa rinvenuta alle Piane superiori di Paesana

Una carcassa di capriolo sbranato è stata rinvenuta, pochi giorni fa, nei prati di località “Piane superiori”, a Paesana.

Il rinvenimento è da attribuire ad alcuni abitanti del posto, dal momento che l’animale privo di vita si trovava proprio a bordo strada.

L’episodio riapre ancora una volta la tematica della presenza di lupi e predatori sulle montagne, che da sempre spacca in due l’opinione pubblica.

Non si può attestare, con precisione, la matrice dell’uccisione del capriolo.

L’unico elemento certo, a prescindere dal predatore, è la distanza dalle case: poche decine di metri dal primo nucleo abitato della frazione.

Analogo rinvenimento si era registrato a febbraio del 2016, lungo la strada che dalla frazione Ghisola conduce anche alle “Piane”.

Nicolò Bertola

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore