/ Roero

Che tempo fa

Cerca nel web

Roero | mercoledì 07 novembre 2018, 19:48

Si apre il sipario sulla terza edizione teatrale canalese

Un ricco palinsesto, a partire dal commovente spettacolo "Mio Bell'Alpino – Parole e musiche dalla Grande Guerra” con l'attore astigiano Renzo Arato e il gruppo folk roerino dei “Fora 'd Tuva: venerdì 9 novembre alle ore 21 presso il Teatro Nuovo di Canale in via Sindaco Gravier

Foto di Paolo Destefanis

Foto di Paolo Destefanis

A Canale è tempo di teatro. Il presidente della biblioteca civica Paolo Destefanis: "Siamo giunti al terzo anno di rassegna teatrale nata come esperimento dopo anni di stop. Dopo il grande lavoro fatto per trenta anni dalla presidente Franca Destefanis, a cui sono grato, abbiamo deciso di riannodare i fili con quella che per anni é stata una tradizione. Quando ci siamo insediati, fra le cose ordinarie, avevamo il desiderio di proporre qualcosa di nuovo che fosse cultura oltre a ciò che possono raccontare i libri e creare nuove occasioni di attrattiva e movimento culturale nella nostra terra. Riteniamo che il teatro per sua natura: l'unione di gesti, parole, azioni, possa essere davvero un contenitore di cultura"    

Memoria, persone, ricordi, musica, animano lo spettacolo teatrale "Mio Bell'Alpino – Parole e musiche dalla Grande Guerra” con l'attore astigiano Renzo Arato e il gruppo folk roerino dei “Fora 'd Tuva: venerdì 9 novembre alle ore 21 presso il Teatro Nuovo di Canale in via Sindaco Gravier. 

Un contributo di cultura e memoria in omaggio ai cento anni dalla conclusione della grande guerra, tra racconti e testimonianze che vanno dritto al cuore, intervallati da canti ed esibizioni musicali dal vivo, per raccontare i momenti di lotta sui fronti vissuti dalla gente in quell'epoca.

 Il commovente spettacolo dà il via alla 3°edizione della rassegna teatrale canalese che presenta un ricco palinsesto da novembre 2018 a aprile 2019, organizzato dalla biblioteca civica “Prof. Pietro Cauda” con ingresso a offerta libera.

Venerdì 16 novembre, andrà in scena la compagnia "In palcoscenico" con lo spettacolo “Striature”: una performance tutta da scoprire, incentrata sull'amicizia e i rapporti umani, sempre ricchi di sorprese.

Venerdì 14 dicembre tornerà il “Gran Varietà” già apprezzatissimo nel 2017 con artisti intrepidi, la serata di tutti coloro che hanno un messaggio da esprimere. Ci sarà anche un corso di formazione teatrale dal titolo “Dalla maschera neutra al Gran Varietà” tenuto dagli attori Giovanni Foresti e Paola Omodeo Zorini presso la biblioteca di piazza Italia nei week-end di sabato 10 e domenica 11 novembre e sabato 24 e domenica 25 novembre.

Sabato 8 e domenica 9 dicembre, sempre in piazza Italia, si terranno le audizioni per il Gran Varietà (per dettagli contattare il coordinatore e attore Alessio Negro al numero 334.9565723).

 Il nuovo anno 2019 presenta due omaggi al teatro piemontese: venerdì 18 gennaio la spassosa commedia “Coj merlo dik nostri omo” e il ritorno della compagnia “Der Roche” di Montaldo Roero, venerdì 1° marzo, il nuovissimo spettacolo “Seuti Mat?!” di Oscar Barile con la compagnia “Nostro Teatro” di Sinio.

Venerdì 15 marzo la compagnia “Coincidenze” di Alba con “Sono sempre in ritardo di un anno”.

 Appuntamento conclusivo della rassegna teatrale canalese (venerdì 19 aprile) in collaborazione con il teatro del Fiasco: lo spettacolo “I grandi gialli del calcio” di Sebastiano Gavasso e Martina Galletta, a cura della compagnia Loft Theatre. 

L'intera rassegna viene realizzata in collaborazione con la città di Canale, la Fondazione Crc di Cuneo e l'ordine Cavalieri di San Michele Roero.

T.F.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore